Focus Roma: addio Europa, ben ritrovato campionato. Salah out contro il Sassuolo? Di P. De Salve.

Vittoria amara sul Lione, partita sempre in pugno, con tantissime occasioni, è però la squadra francese a passare in vantaggio, ancora con un gol di Diakhaby così come all’andata. Reazione giallorossa che però non latita eccessivamente, e a pareggiare ci pensa Strootman. Nel secondo tempo sono innumerevoli le occasioni dei giallorossi che trovano il vantaggio su autogol al 60′. C’è tutto il tempo necessario, Roma super offensiva con l’entrata in campo di Totti, El Shaarawy e Perotti. Di tempo però non ce n’è più e allora a passare è il Lione con buona pace dei tifosi giallorossi.
Davvero un peccato pensando alla caratura degli avversari passati al turno successivo della manifestazione, la Roma avrebbe sicuramente meritato di più, ma se tanto mi dà tanto, solo gli sforzi vengono ripagati adeguatamente.
Alla prossima allora.
Testa subito al campionato, domenica sera sarà ospite all’Olimpico il Sassuolo.
Probabile formazione 
Qualcuno rifiaterà a causa di quest’ultimo impegno europeo per quest’anno. I maggiori indiziati sono De Rossi e Salah. Al posto del mediano sarà in campo uno fra Paredes e Grenier, Perotti sulla trequarti al posto dell’egiziano.
Novità anche in difesa, Jesus potrebbe giocare al posto di uno fra Rudiger e Fazio, Manolas titolare scontata la squalifica la scorsa giornata.
Così in campo allora: Sczcesny tra i pali, davanti a lui linea difensiva composta da Manolas, Rudiger e Fazio, mediana con Peres ed Emerson sulle ali, Grenier e Strootman in mezzo. In attacco Dzeko supportato da Perotti e Nainggolan.
Modulo 3-4-2-1: Sczcesny; Fazio, Manolas, Rudiger; Peres, Grenier, Strootman, Emerson; Nainggolan, Perotti; Dzeko.
A disposizione : Alisson, Lobont, Jesus, Rui, Vermaelen, Gerson, De Rossi, Paredes, El Shaarawy, Salah, Totti.


Consigli fantacalcio
Sconfitta bruciante in EL. Nulla da dire. Ma bisogna terminare un campionato ancora non del tutto chiuso, soprattutto in chiave Champions.
Il Sassuolo è un’ottima squadra che quest’anno non sta riuscendo ad esprimersi agli ottimi livelli degli scorsi due anni, anche a causa dell’assenza, prima dal campo e poi sul campo, del suo uomo simbolo: Berardi.
Consigliato allora Perotti, in ottima forma e voglioso di fare bene, Dzeko non avrà vita facile con Acerbi, ecco perché vedo meglio il trequartista argentino e Nainggolan. Schierate Grenier. Occhio a Peres visibilmente stanco. Dentro Strootman in gol anche ieri sera.
                                                                                    
  A cura di P. De Salve.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *