Rinasce il Filadelfia: si torna a respirare la storia del calcio granata.

Giornate importanti per il Toro, la città di Torino ma, più in generale il calcio: è rinato finalmente il Filadelfia, monumento storico, casa del Grande Torino e di molte genrerazioni di granata, distrutto, ma ricostruito dopo 20 anni di attesa. Il Torino aveva cominciato la ricostruzione poggiando la prima pietra il 17 ottobre 2015, e meno di due anni dopo è completo. La città tornerà a respirare aria granata, con questo centro sportivo posto vicino allo stadio e facilmente raggiungibile, non lontano dal centro della città. Si deve dire grazie a chi ha iniziato a risanare i resti del Filadelfia, alla Fondazione Stadio Filadelfia, ai tifosi, alla società che si è mobilitata per affrettare i tempi e permettere la ricostruzione. Grandi glorie granata hanno partecipato alla prima parte dell’inaugazione nella data del 24/05/2017, dedicata a chi ha acquistato i seggiolini, la società, la squadra, i giornalisti e le autorità, come Pulici, Claudio Sala, Mondonico e tanti altri. Grande entusiasmo anche da parte del Presidente Cairo, fiero di quanto ottenuto, che ha promesso di acquistare 500 seggiolini, convincendo anche i membri dell’attuale rosa, Mihajlovic, Petrachi e il commendatore Beretta a fare lo stesso. Nella giornata del 25/05/2017, invece, c’è stata la benedizione seguita dal taglio del nastro, e poi l’apertura ai tifosi dalle 10.30 circa, fino alle 20.00, per poter permettere a tutti di fare il giro di visita, accompagnati da alcune glorie come Castellini e Pecci, il Presidente e la famiglia, altri membri della società e alcuni dei  musicisti e cantanti che hanno scritto inni e canzoni dedicate al Torino. Sabato 27 maggio sarà possibile assistere al quadrangolare che inaugurerà il campo, che comincerà alle 15.00 in onore del Memorial Don Aldo Rabino: Pulici, Zaccarelli, Claudio Sala e Moreno Longo daranno simbolicamente il calcio d’inizio, ma i veri protagonisti saranno gli esordienti 2004 di Torino, Allessandria, Pro Vercelli e Novara. La speranza è quella di vedere questo nuovo centro sportivo sempre aperto al pubblico, proprio come accadeva un tempo, in modo da rinforzare il rapporto tra tifosi e squadra. L’aria che si respirà ha qualcosa di nuovo, ma allo stesso tempo rimanda al passato e alla storia del calcio. Molto moderno esternamente, ha elementi che rimandano al vecchio impianto, come gli spogliatoi in legno: sono presenti due campi, nei quali si allenerà e giocherà la Primavera e si allenerà la Prima Squadra. Il primo lotto è completo, ma i lavori da fare sono ancora tanti: mancano infatti ancora due parti, delle quali una dedicata completamente al Museo del Grande Torino e della Leggenda Granata, attualmente situato a Grugliasco. L’impegno per portare a termine il tutto non manca ovviamente. Intanto i tifosi possono dire di essere tornati a casa, nel loro tempio, magico e con un’atmosfera unica, tutta da vivere, fieri. L’orgoglio granata cresce ogni giorno di più e con il Fila darà quel qualcosa in più per crescere e rendere ancora più unito il torino ai suoi tifosi.
Veronica Guariso
FOTOBIO

  • [message]
    • VIENI A FAR PARTE ANCHE TU DI Voti-Fanta.com
      • Ti piace scrivere di calcio e fantacalcio? Pensi di capirne più tanti altri ? Entra a far parte nella redazione di VOTI FANTA.
        Se sei interessato a partecipare e dare il tuo contributo scrivici un email dove ci racconti cosa ti interessa e cosa vorresti fare. Scrivici a votifanta.com@gmail.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

P