Napoli Atalanta l' analisi della partita di F. Caputo

NAPOLI-ATALANTA: il punto sulla partita
A cura di Flavio Caputo

Breve analisi tattica della partita.
Top e flop




Napoli imbrigliato
Il Napoli supera indenne l'esame Atalanta ma  il 3-1 rifilato ai bergamaschi non deve trarre in inganno! Il calcio "danzato" del maestro Sarri si è visto solo a tratti, e in particolar modo nella ripresa,al seguito del sensazionale gol del pareggio,di Zielinski.
Se il Napoli non è stato il solito la maggioranza dei meriti va attribuita alla compagine orobica, che ha "soffocato" la manovra partenopea con marcature asfissianti.
I duelli uomo contro uomo messi in atto da Gasperini hanno imbrigliato il Napoli: Jorginho, costantemente in apprensione per il continuo pedinamento dei centrocampisti Atalanta (Ilicic su tutti), si è visto pochissimo; Mertens, seguito come un'ombra dal convincente Palomino, doveva allontanarsi dalla propria zona di gestione per venire a raccogliere palloni giocabili, anche se poi risulterà sempre lui il pericolo maggiore per gli ospiti.
La partita è apparsa fin da subito il "leitmotiv"della partita del febbraio scorso che vide la Bergamasca trionfare in casa degli azzurri per 0-2.
Marcature coast to coast e fettine di campo piccole a disposizione degli azzurri per sviluppare la propria manovra; l'Atalanta però non è stata solo questo, difatti ripartiva  con passo svelto e portava un numero discreto di uomini nell'area difensiva napoletana, trascinata dal solito Papu Gomez e da un Ilicic abbastanza ispirato. Da calcio d'angolo, come l'ultimo Napoli-Atalanta, nasce il gol dei lombardi:Cristante salta più in alto di Maggio e beffa Reina (sempre più vicino al Psg). Il primo tempo chiaramente di stampo orobico finisce 0-1.

Il cambio di rotta dopo il pareggio 
Sulla stessa lunghezza d'onda del primo tempo l'inizio della ripresa, anche se l'Atalanta sembra meno rabbiosa nel pressare gli azzurri, che dal canto loro, non riescono a prendere in mano la partita. Ci vorrebbe una prodezza per cambiare il match, che arriva quando meno la si aspetta! Dal limite dell'area Zielinski inventa un tiro,dopo essersi aggiustato la palla col petto, che va a finire la sua corsa all'incrocio dei pali, alla sinistra dell' incolpevole Berisha; gol bellissimo, 1-1.
Il gol del Napoli tramortisce gli ospiti che non giocano più come nel primo tempo: marcature meno ispide e spazi più ampi per i partenopei che, pertanto, riescono adesso a sviluppare il calcio che tutti conosciamo. In più l'uscita di un' appannatissimo Hamsik per Allan da' maggiore vigore e dinamicità alla linea mediana (il brasiliano forse doveva partire dall' inizio). Da un' azione, made in Sarri, arriva il vantaggio azzurro di Mertens che spiana la via al Napoli; l'Atalanta, dopo il 2-1 prova a riacciuffare il pari ma senza la consueta lucidita',e il Napoli ne approfitta andando a realizzare la terza rete; azione avvolgente in campo aperto, e Rog, da poco subentrato a Zielinski, fa 3-1.

Centrocampo leggero
La scelta di Sarri di proporre sulla mediana il terzetto "leggero" Zielinski- Jorginho- Hamsik si è rivelata poco consona al cospetto della partita venuta fuori. Notevole la differenza di fisicità tra gli uomini del centrocampo campano e quelli della mediana orobica, in netto vantaggio sia sul piano del "peso" che della corsa. Un vantaggio anche numerico in quella zona di campo; il 3-5-2 di Gasperini ha, difatti, determinato una superiorità numerica che, fino a quando hanno tenuto le gambe degli uomini del Gasp, ha mandato in tilt i calciatori azzurri.

Top e Flop

Top Napoli: Ghoulam, Mertens, Zielinski.

Flop Napoli: Hamsik, Jorginho.


Top Atalanta: Gomez, Ilicic, Palomino

Flop Atalanta: Gosens, Petagna

  • [message]
    • VIENI A FAR PARTE ANCHE TU DI Voti-Fanta.com
      • Ti piace scrivere di calcio e fantacalcio? Pensi di capirne più tanti altri ? Entra a far parte nella redazione di VOTI FANTA. Se sei interessato a partecipare e dare il tuo contributo scrivici un email dove ci racconti cosa ti interessa e cosa vorresti fare. Scrivici a votifanta.com@gmail.com

Posta un commento

0 Commenti