Bucchi: "Avevamo tanti giocatori in condizioni precarie, non meritavamo la sconfitta"


-
Bucchi racconta la sconfitta del Sassuolo al Mapei Stadium contro il Bologna: "La mia squadra sta crescendo, abbiamo messo alla corde un Bologna che aveva fatto grandi partite con le big del campionato. Ho avuto la sensazione di squadra, che sa sacrificarsi e sa soffrire. Normale che siamo amareggiati per questa sconfitta immeritata, come contro l' Atalanta. Questo veleno ci servirà per il futuro. Primo tempo non abbiamo concretizzato, era la terza partita in una settimana. Duncan, Magnanelli, Missiroli e Berardi  non stavano bene, sapevo che avevamo un minutaggio limitato, ho provato a spingere per questo all' inizio per far nostra la gara, provando a gestire il secondo tempo. Non ci siamo riusciti, il Bologna ha fatto un pochino più di noi nel secondo tempo. Ma solo sul piano del fraseggio, non hanno avuto occasioni. Era una partita che meritavamo di portare a casa. Le sostituzioni sono state obbligate, per condizioni fisiche precarie, il rammarico è stato che dopo i tre cambi c'è stata l' espulsione. L' importante è creare occasioni, con il gioco. Solo con la Juventus non ci siamo riusciti. Ci è mancata anche fortuna, speriamo che giri dalla nostra parte. Ci sono state due occasioni con Matri e Adjapong, gira così, spero che in futuro raccoglieremo di più".

Posta un commento

0 Commenti