Genoa: verso Udine, tra certezze e novità



Il Grifone, che andrà di scena al Friuli di Udine, affronterà il match con il consueto 3-4-2-1. I dettami tattici di Juric saranno pressocché gli stessi della partita d'esordio contro il Sassuolo, in cui il Genoa ha proposto un calcio offensivo e pimpante grazie alle cavalcate e alle sovrapposizioni degli esterni Laxalt e Lazovic, tirati a lucido dalle vacanze. Lecito dunque aspettarsi un revival della prestazione di Reggio Emilia visto anche il momento decisamente poco fortunato della difesa friulana. Attendista ma disattenta la squadra di Del Neri sembra aver smarrito le indicazioni relative alla fase difensiva, che in due giornate ha incassato 5 reti contro Chievo e Spal. Manna dal cielo per Taarabt a cui molto probabilmente sarà concessa una terza maglia da titolare e che avrà il compito di mettere in difficoltà Danilo e compagni. Insieme a lui potrebbe anche agire il neoacquisto Federico Ricci, che in caso di difesa arroccata può sfruttare le sue abilità balistiche. Esterno d'attacco a cui piace partire da dietro, l'ex Sassuolo, mancino naturale, possiede anche ottime qualità di smistatore di palloni, favorendo così gli inserimenti dei già citati Lazovic e Laxalt. Lapadula completerà un attacco che per la prima volta sarà orfano di una punta boa e che si affiderà a giocate veloci ed estemporanee. Un attacco inedito il cui potenziale è tutt'altro che basso ma che potrebbe soffrire la grande fisicità della retroguardia bianconera. Le ali non avranno un uomo di riferimento, che nelle scorse partite è stato rappresentato da Galabinov, ottima arma a gara in corso, ma tenteranno il dialogo stretto per poi entrare in area di rigore dove, qualora non sarà possibile la soluzione diretta in porta, potranno premiare coloro che dalle retrovie sapranno scegliere il tempo giusto. Ed ecco che viene chiamato in causa il duo Veloso-Bertolacci. Essi hanno già mostrato una buona intesa in mezzo al campo, con l'ex milanista che dovrebbe essere regolarmente in campo nonostante gli acciacchi patiti in settimana. Saranno loro la base della diga che cercherà di arginare l'azione offensiva di casa che comunque dispone di elementi molto validi e in rampa di lancio quali Jankto e De Paul, senza dimenticare le geometrie e gli inserimenti di Halfredsson.
Stesse attenzioni che il trio difensivo Biraschi-Rossettini-Gentiletti dovrà necessariamente prestare a Bajic, che con l'addio di Thereau e l'infortunio di Perica  sarà desideroso di sgomitare per conservare una maglia dal primo minuto anche nelle prossime gare.


A cura di Stefano Mangione
  • [message]
    • VIENI A FAR PARTE ANCHE TU DI Voti-Fanta.com
      • Ti piace scrivere di calcio e fantacalcio? Pensi di capirne più tanti altri ? Entra a far parte nella redazione di VOTI FANTA. Se sei interessato a partecipare e dare il tuo contributo scrivici un email dove ci racconti cosa ti interessa e cosa vorresti fare. Scrivici a votifanta.com@gmail.com

Posta un commento

0 Commenti