Torino Sampdoria 2-2 le pagelle: Barreca e Sala male. Si esaltano gli attacchi

TORINO - SAMPDORIA 2 - 2


Allo stadio Grande Torino va in scena una bella sfida tra due squadre con obiettivi simili e due allenatori talentuosi caratterialmente opposti ma che esprimono un gran bel calcio. Mihajlovic conferma quasi in toto la formazione che sconfitto il Benevento la settimana scorsa mentre Giampaolo ha approfittato del rinvio con la Roma per integrare al meglio i nuovi arrivati, Strinic e Zapata, quindi, faranno il loro esordio dal primo minuto.






SOSTITUZIONI

Bereszynski / Sala  46'

Murru / Strinic 66'

Gustafson / Baselli 71'

Boyè / Niang 73'

Edera / Iago F. 80'

Linetty / Ramirez 82'




TORINO


Sirigu 6,5: Non ha particolari colpe in occasioni dei goal subiti e su finale di partita salva il risultato con un intervento su un gran tiro da fuori di Quagliarella.

De Silvestri 6: Soffre molto le discese di Strinic sul suo versante, nel seconda metà del match, complice anche la sostituzione del croato, riesce a prendere più campo e spingere un pò di più. 

N'Koulou 6: Più volte si ritrova a coordinare il reparto che vive dei momenti di sbandamento durante il match. 

Moretti 5,5: Ha sulla coscienza la prima rete avversaria a causa di un pallone che non riesce a spazzare via adeguatamente, ma con il passare dei minuti grazie anche alla sua esperienza riesce a riprendere le redini della situazione e non commette più sbavature.

Barreca 4,5: Dimentica completamente Quagliarella in occasione della seconda rete blucerchiata e non offre la solita spinta offensiva ai compagni, una Domenica da dimenticare.

Baselli 7: Il mister è quasi costretto a schierarlo, nonostante non sia ancora al 100% della forma, a causa delle numerose defezioni a centrocampo, il ragazzo non solo stringe i denti ma sforna un eurogoal da fuori area che rimette il risultato in pari dopo il vantaggio fulmineo della Samp. ( Gustafson 6 )

Rincon 6,5: Il generale è già leader del centrocampo, dirige i suoi e distribuisce legnate agli avversari. Punto fermo

Iago Falque 6: Primo tempo insufficiente poi riesce ad entrare in partita e fornire due assist ai compagni che però sprecano, a differenza del match col Benevento qui non è mai determinante. (Edera S.V.)

Ljajic 6,5: Partita a intermittenza quella del serbo che si accende a sprazzi come in occasione dell'assist fornito a Belotti per la seconda rete granata.

Niang 5,5: E implicato nell'azione del primo goal ma nel corso della partita si vede pochissimo, riesce anche a mangiarsi un'occasione incredibile a tu per tu con Puggioni. ( Boyè 6 )

Belotti 7: Mihajlovic in settimana aveva preannunciato che il giocatore sarebbe tornato il trascinatore della squadra come nella passata stagione, il Gallo conferma la previsione con una rete ed una prestazione tutta cuore e polmoni come suo solito.



SAMPDORIA

Puggioni 6: Nessun errore evidente, non può fare molto in occasione dei goal subiti.

Sala 5: Brutta prestazione con un errore (da condividere con Ramirez) che da il là alla rete del vantaggio granata. Viene sostituito ad inizio secondo tempo ( Bereszynski 5,5 ).

Regini 6: Prestazione senza infamia e senza lode per il capitano blucerchiato.

Silvestre 5,5: Poteva fare meglio in occasione del goal di Belotti ma nel corso della partita lo riesce ad arginare bene soprattutto nel gioco aereo.

Strinic 6,5: Ottimo esordio per il croato che ha gamba e fornisce anche un assist per la rete del pareggio di Quagliarella.  (Murru 6,5)

Barreto 6,5: Anche lui, come Rincon sul versante opposto, fa il "lavoro sporco" ed argina le iniziative avversarie sul nascere.

Torreira 6,5: Il folletto uruguagliano, assieme a Barreto, partecipa alla "battaglia" del centrocampo e fa un gran lavoro di interdizione.

Praet 6: Inizia bene ma si spegne con lo scorrere dei minuti.

G.Ramirez 5: Il trequartista dopo le ottime prime uscite stagionali non riesce a ripetersi e crea poco o nulla, bravi gli avversari ad ingabbiarlo. (Linetty S.V.)

Quagliarella 6,5: L'eterno Fabio si fa trovare pronto sul secondo palo in occasione della seconda rete sfruttando una grave distrazione della difesa avversaria, nel resto della partita, però, non si vede granchè.

Zapata 7: Anche lui, come Strinic, era all'esordio in maglia blucerchiata e aveva una gran voglia di scendere in campo dopo un'estate passata quasi da emarginato in ritiro col Napoli. Una voglia che si trasforma in un goal al primo minuto ed una prestazione di gran sacrificio fatta di sportellate e alcune occasioni, più o meno pericolose, create.




  • [message]
    • VIENI A FAR PARTE ANCHE TU DI Voti-Fanta.com
      • Ti piace scrivere di calcio e fantacalcio? Pensi di capirne più tanti altri ? Entra a far parte nella redazione di VOTI FANTA. Se sei interessato a partecipare e dare il tuo contributo scrivici un email dove ci racconti cosa ti interessa e cosa vorresti fare. Scrivici a votifanta.com@gmail.com

Posta un commento

0 Commenti