Lazio: la curva Nord annuncia lo stop a cori che possono essere interpretati come razzisti con un comunicato.




Il settore più caldo del tifo biancoceleste ha voluto annunciare con un comunicato l'interruzione di qualsiasi coro che possa essere interpretato come razzista a partire dal match di questa sera dove il tifo laziale sarà numeroso. Tutto per evitare le squalifiche del campo e  della curva ( partita a porte chiuse con lo Zulte e curva squalificata per le gare contro Cagliari e Udinese). Questo il comunicato della curva Nord:"Al fine di evitare pesanti sanzioni nei confronti della nostra squadra da parte della commissione disciplinare della Uefa, non partiranno da parte della nostra curva ululati di nessun genere che possano essere interpretati come gesti con sfondo razziale. Siamo stati i primi a introdurre questa modalità all'interno degli stadi italiani, ma adesso per il bene del cammino della nostra squadra in Europa, dobbiamo evitare ogni tipo di pretesto che possa essere usato contro di noi per eliminarci dalla competizione. Ricordiamo a tutti i laziali vecchi e giovani che essere Ultras non si dimostra da questi gesti ma si dimostra per le strade, sul campo, partendo insieme e tornando insieme, e, quando capita, confrontandosi con le tifoserie avversarie. Questo non è un appello della Lazio o della Uefa, ma un ordine di chi vive la Lazio come facciamo noi".