Spalletti: "Napoli perfetto, noi giochiamo con gli stessi, ho ancora più fortuna di quella vista fino ad ora"

La conferenza stampa di Luciano Spalletti alla vigilia di Napoli Inter. Sabato alle 20:45 allo stadio San Paolo si sfidano la prima e la seconda il classifica. I Neroazzurri hanno la possibilità, battendo gli uomini di Sarri, di conquistare la testa della serie A. In caso di sconfitta invece piomberebbe a meno cinque dai partenopei. Ecco le parole del tecnico di Certaldo in presentazione del big match della nona giornata.
ESAME DI MATURITA'
"Gli esami li abbiamo superati se siamo arrivati a questo confronto. Non sarà facile".
FORTUNA
"Io ho il vento a favore. Ho più fortuna di quella che si è vista fino ad ora".
LE PAROLE DI MORATTI SULLO SCUDETTO
"Ha usato le parole giuste, lasciateci sognare. Ci ha fatto piacere vederlo negli spogliatoi assieme ai giocatori importanti. Vederli ci ha dato carica".
NAPOLI
"Napoli è uno spot per il calcio, Sono una squadra forte. Sono dove avevano programmato di essere. Devi cercare di contrastarli sul possesso palla. Sarà difficilissimo limitarli. Hanno la capacità di condizionare l' avversario a fargli fare quello che vogliono. Sfiorano la perfezione. Non c'è una partita in questi due anni che il Napoli sia uscito sconfitto meritando di perdere, Se fosse rimasto a lavorare in banca Sarri sarebbe diventato ministro dell' economia. Riesce sempre a trovare soluzioni per infilarti anche se adoperi delle contromosse".
COME BATTERE IL NAPOLI
"Se si vuole stare in cima non ci sono scorciatoie, devi andarli a sfidare essendo convinto di avere l' appiglio in molte fasi di gioco. Non si può pensare di aspettare un occasione per vincere. Noi abbiamo la qualità per creargli più di un problema. Era inaspettato ma ora siamo il lotta e dobbiamo pensare di provare di andare a vincere in casa loro. Ci vuole equilibrio e arte. L' arte viene dal buon lavoro quotidiano".
CONVINZIONE
"L' atteggiamento della squadra dopo il 2-2 del derby, ti fa capire come sta la squadra, vogliono riempire la squadra di interisimo. La reazione al pareggio del Milan la dice lunga, parte dal cuore e arriva anche alla testa. La squadra è convinta e seria, professionista nell' atteggiamento. Io sul 2-2 ero nullo, per tanti fattori. Vedere che anticipano il raccattapalle è indice del modo giusto di approcciarsi".
BASTA GIOCARE COME AL DERBY
"Le prestazioni come quella del derby, sono fondamentali. Nelle altre partite non abbiamo commesso le leggerezze che hanno portato ai gol. Ma è stata una partita di grande livello".
INTER E NAPOLI IN TESTA PERCHE' HANNO CAMBIATO POCO
"L' Inter ha lavorato bene sulle scelte, il Napoli lavora da tre anni sullo stesso telaio. Noi siamo stati bravissimi nelle scelte dei momenti, nella valutazione dell' importanza del momento. Il Napoli sono tre anni che fa questo ad alti livelli ed è uno spot in Europa per il nostro calcio. La Juventus è la favorita, è una roba tosta, ci sono da giocare ancora 30 partite. La Roma è una squadra fortissima, ha venduto un paio di giocatori ma li ha ricomprati dello stesso livello. Anche la Lazio è dentro la lotta. Per gioco acquisto, struttura fisica di squadra, capacità di Inzaghi e fondamentale anche Peruzzi. Se Montella dice che ha le qualità per rientrare nella lotta vuole dire che è vero, mi fido di lui. Dovremmo lottare con sei squadre, se riusciremo a starci",
NAPOLI IN CHAMPIONS
"Per me sono perfetti, non mi sorprende, ho guardato con curiosità il City che conosco di meno. Guardiola trova soluzioni particolari. Ho visto situazioni tattiche a cui poi il Napoli ha trovato le contromisure e ha trovato le contromisure. Ho visto un Napoli bestiale per 90 minuti".
NAPOLI VINCENTE
"Sono tra le prime o due tre in campionato e giocano a testa alta con qualsiasi avversario. Nel Manchester City quello che costa meno vale 40 milioni..."
DOMANI PIU' LEGGERI PERCHE' NAPOLI FAVORITO
"Chi la pensa così ci stia lontani".
NAPOLI ROSA PIU' AMPIA
"In questo caso qui nessuno perché hanno giocato mercoledì. Non siamo tanti ma siamo costruiti in maniera perfetta in base alle nostre intenzioni. Abbiamo fatto tutto il possibile affinchè non ci siano rimorsi, nell' Inter non lavorano sprovveduti. Quando saremo ridotti in 14 uomini dovremmo essere in grado di vincere la partita. Io sono convinto che dico a Santon gli dico di fare il centrocampista, lo fa per le caratteristiche che ha. Noi giocheremo con gli stessi ma non abbiamo le partite infrasettimanale. Loro sono di più perché hanno le coppe".
HAI DATO AUTOSTIMA ALLA SQUADRA?
"Noi siamo in tanti che lavoriamo e tutti valiamo uno. Abbiamo un dietro le quinte completo di tutto,stiamo completando tutte le posizioni scoperte per non avere spifferi. Lavoriamo tutti assieme, ho collaboratori importanti, hanno tutti allenati in serie A e mi aiutano tantissimo. L' Inter ha professionisti da tutte le parti, abbiamo preso pure il nutrizionista, conto uno, come gli altri",
CI STIAMO ATTREZZANDO
"Loro sono belli ma anche concreti, hanno dato molte emozioni al loro splendido pubblico, ma noi ci stiamo attrezzando. Ci può essere però da una partita a un altra il balzo per avvicinarci a loro, visto che loro lavorano da tre anni assieme. Noi vogliamo giocare partite belle che ci diano emozioni e questa è una di quelle".