Top e Flop: il giustiziere del derby affianca il nuovo capocannoniere in una coppia da urlo. Di P. De Salve.



Benvenuti in questa nuova puntata di top e flop, ci ritroviamo in pieno turno Champions dato il posticipo di lunedì sera fra Verona e Benevento.
Partiamo subito con la Flop, inaspettatamente con tantissimi nomi altisonanti.

Berisha: a sopresa il portiere della dea che ha palesato evidenti limiti non da lui incassando ben tre reti a Genova.
Antei: entrata killer nel primo tempo che causa l'uomo in meno per tutto il secondo tempo al Benevento.
Rodriguez: ci aveva abituati tanto bene, ma il fallo ingenuo all'89' del derby pesa come un macigno.
Van der Wiel: esordio da incubo nel nostro campionato evidentemente appannato, esce dopo appena 45'.
Biglia: stanco forse dall'impegno al cardiopalma con la sua argentina, macchinoso a centrocampo regala la palla del 2-1 dell'Inter.
De Rossi: troppo evanescente, troppi errori.
Valoti: nota negativa nella vittoria scaligera, esce dopo un solo tempo.
Verre: stesso caso di Valoti, anche lui è la nota negativa nella giornata dei tre punti.
Dybala: accompagnato dal suo fedele Higuain, entrambi nella flop, roba da non credere, incredibilmente sbaglia il secondo rigore decisivo nei minuti finali.
Iemmello: sbaglia l'impossibile, forse troppo peso sulle sue spalle.
Farias: uno dei fedelissimi di Rastelli stecca proprio nella partita cruciale.

Ecco invece a voi la Top.
Strakosha: sicuramente uno degli eroi dello Stadium avendo parato il rigore decisivo su Dybala. Ma anche tanti altri interventi decisivi soprattutto nel secondo tempo. Sullo svarione è stato graziato dlla dea bendata.
Martella: tanti l'hanno comprato l'anno scorso, pochi quest'anno, ecco il primo gol della sua stagione.
De Silvestri: partita senza infamia nè lode la sua, ma la zuccata finale vale il pareggio in un momento delicatissimo.
Romulo: regala i tre punti al Verona.
Poli: pronto alla chiamata di Palacio.
Rigoni: finalmente si risveglia, tante le voci contro di lui ma altrettanti i fantallenatori che lo aspettavano, gol e assist.
Falque: manca Belotti ma lui è sempre in gol.
Cristante: ci entra di diritto, terzo gol in stagione, sesto all'Atalanta, tutti di testa, chirurgico.
Immobile: abbatte il muro Stadium, rifila una doppietta a Buffon, sale in testa alla classifica marcatori. Vi basta?
Icardi: tripletta devastante nel derby, molti sono gli spazi vuoti lasciati da Bonucci e compagni lui ne approfitta sempre.
Thereau: doppietta e sempre più a suo agio a Firenze.
                                                                                                   A cura di P. De Salve.