Milan - Atalanta 0 - 2: Tabellino fantacalcio, Pagelle ed Highlights


MILAN - ATALANTA 0 - 2
32' Cristante, 71' Ilicic

Allo stadio Meazza di Milano si affrontano due squadre in condizioni psico/fisiche completamente differenti. Un Milan in netta crisi praticamente da inizio campionato affronta l'Atalanta che invece sta confermando al secondo anno di Gasperini di saper fare un ottimo calcio e di divertirsi giocando a pallone.

PRIMO TEMPO
Dopo una partenza leggermente più decisa dei bergamaschi nei primi 15 minuti, è il Milan a prendere le redini del gioco e passa in vantaggio in maniera piuttosto casuale con una mischia in area finalizzata da Bonaventura. L'arbitro Fabbri però viene avvisato dai colleghi che vi sono due scorrettezze (fuorigioco di Bonaventura e fallo di mano di Cutrone) nell'azione del gol e quindi si riparte dallo 0 a 0.
Dopo una mezzora di buon Milan è però l'Atalanta a sbloccare la gara e stavolta in maniera del tutto corretta. Cutrone commette un fallo ingenuo al vertice sinistro dell'area di rigore. Posizione ideale per un mancino che l'Atalanta però non ha, nonostante tutto Donnarumma piazza troppi uomini in barriera ed il cross di Gomez trova un solissimo Caldara che colpisce di testa, para malissimo Donnarumma e Cristante ribatte a porta vuota.
Il Milan prova a reagire negli ultimi minuti del primo tempo ma con troppa confusione e permette quindi all'Atalanta di amministrare il vantaggio fino al doppio fischio dell'arbitro.

SECONDO TEMPO
Sembra un altro Milan quello che entra in campo nella ripresa e sfiora un paio di volte il gol nei primi cinque minuti. Kessie' prima e Kalinic poi però non riescono a trovare il pareggio. Nonostante tutto Gattuso sembra aver corretto qualcosa e la squadra gioca meglio provando a fare breccia nell'ottima organizzazione difensiva bergamasca.
La buona volontà e la voglia dei rossoneri non basta ed è Gasperini a chiudere il match al 64' inserendo Ilicic al posto di un ottimo Petagna. L'Atalanta da quel momento riprende la partita in mano e la chiude proprio con il trequartista sloveno. L'azione parte da un lancio di Berisha che Gomez addomestica di testa servendo un pallone fantastico a Spinazzola che mette in mezzo per Ilicic che a porta spalancata mette dentro senza problemi.
Finisce proprio 2 a 0 quindi la partita in favore della squadra ospite col Milan che non sembra riuscire a trovare una soluzione a tutti i problemi che arrivano domenica dopo domenica.


PAGELLE:

MILAN

DONNARUMMA, 5: Molteplici le colpe sul vantaggio bergamasco. La difficile posizione per un destro come Gomez non necessita dei tanti giocatori piazzati in barriera dal portiere rossonero e lascia l'interno dell'area fin troppo vuoto di difensori. Come se non bastasse ribatte malissimo su Caldara regalando il gol a Cristante.

ABATE, 5: E' forse il migliore dei suoi nel reparto arretrato, ed è tutto dire. Male soprattutto in occasione della fuga di Spinazzola sul secondo gol.

MUSACCHIO, 5: E' il contrario della sicurezza difensiva che cerca il Milan. Troppe sbavature e disattenzioni sia in fase di impostazione che in fase di copertura.

BONUCCI, 4.5: In occasione del primo gol si dimentica di Caldara. In occasione del secondo non riesce a chiudere il cross che poi arriva ad Ilicic.

RODRIGUEZ, 4.5: Partita tremenda del terzino milanista, la peggiore da quando è in Italia. Corre malissimo e mette cross inguardabili in mezzo. Si trova a 7/8 metri di distanza da Ilicic in occasione del secondo gol, avrebbe dovuto anticiparlo.

MONTOLIVO, 5: Non riesce mai a organizzare il gioco della sua squadra, male anche in fase di rottura.

KESSIE', 5: Pessimo primo tempo dal punto di vista qualitativo e non solo. Nella ripresa sembra entrare con un altro piglio e sfiora subito il gol, ma è solo un illusione.

BONAVENTURA, 5.5: Ci prova finché rimane in campo ma raramente riesce a creare pericoli.

BORINI, 6: Il migliore dei suoi. E' l'unico giocatore che meriterebbe applausi in un periodo in cui il Milan andrebbe fischiato per settimane senza prendere fiato. Tira da lontano quando può, mette cross in mezzo, rincorre gli avversari. Purtroppo non serve ad evitare le brutte figure ai suoi.

CUTRONE, 5: Molto male e quasi mai pericoloso. Un Suso appannato è comunque di un altra categoria.

KALINIC, 5.5: Le uniche occasioni rossonere derivano dalle sue sponde e dai suoi movimenti. Purtroppo giocare bene per la squadra non sempre basta per un attaccante che ha un paio di occasioni a partita ma non riesce mai a concretizzarle.

CALHANOGLU, 5.5: Entra per 15 minuti e non se ne accorge nessuno. 

ATALANTA

BERISHA, 6: Alterna buone parate a qualche rischio. Sufficienza piena.

TOLOI, 6.5: Non deve fare miracoli ma è sempre attento e non soffre mai gli avversari.

CALDARA, 6.5: In fase difensiva regge bene. Mezzo punto in più per aver creato i presupposti del vantaggio.

MASIELLO, 6.5: Kessie' non vede mai palla ed è anche per merito suo.

HATEBOER, 6.5: Ordinato come tutti i suoi compagni. In più salva miracolosamente su Kalinic nella ripresa.

SPINAZZOLA, 7: Tanta corsa e partita intelligente. Perfetto il pallone del raddoppio per Ilicic.

CRISTANTE, 7.5: Il migliore tra i bergamaschi. Oltre al gol che sblocca la partita gioca una partita ordinatissima e intelligente facendo un ottimo lavoro di inserimento e copertura continui.

DE ROON, 6: Partita oscura e riservata esclusivamente alla fase difensiva.

FREULER, 6: Stesso discorso di De Roon ma con un paio di tiri pericolosi in area avversaria da aggiungere.

GOMEZ, 7: Entra in entrambi i gol dei suoi compagni. La palla smorzata di testa per Spinazzola nella ripresa è un colpo di genio vero e proprio.

PETAGNA, 6.5: Lavoro perfetto in favore dei suoi compagni. Corre, si sbatte e vince tutti i contrasti. Bonucci lo soffre per 60 minuti e non perde mai un contrasto.

ILICIC, 7: L'Atalanta cominciava a rallentare leggermente, entra e rimette le cose a posto con giocate degne dei migliori trequartisti del nostro campionato. Mette il sigillo sulla partita siglando il comodo gol del raddoppio.







Posta un commento

0 Commenti