Allegri: "Higuain non si è mai allenato. Marchisio e Buffon giocano. Stagione differente non abbiamo punti di vantaggio, teniamo testa al Napoli"

La conferenza stampa di Massimiliano Allegri alla vigilia di Juventus Atalanta, semifinale di ritorno di Coppa Italia. Le parole del mister bianconero

LOTTA SCUDETTO ORA MENO 4
"Vedo che abbiamo una partita in meno, che sabato a Roma con la Lazio giocheremo la sesta trasferta nelle ultime otto partite, visto che abbiamo saltato la partita di domenica con l'Atalanta, quindi dopo la partita di sabato rimarranno 12 partite per noi, di cui ne abbiamo sette in casa e cinque fuori, quindi avremo un bel calendario. Detto questo il campionato si giocherà fino all'ultima partita. Sarà una bellissima sfida, un bellissimo campionato, tra due squadre che si stanno dando battaglia, l'unico campionato in Europa che è ancora aperto, perchè tutti gli  altri sono praticamente chiusi o quasi chiusi. Alla fine vincerà il migliore. Chi arriverà in testa il 20 maggio avrà meritato di vincere il campionato e noi abbiamo la voglia innanzitutto di vincere il settimo Scudetto e soprattutto di confrontarci con una squadra che sta facendo grandissime cose. Quindi per noi è una sfida importante, una sfida bella da giocare, però ora domani c'è la Coppa Italia. E la Coppa Italia per noi è un obiettivo ugualmente importante, innanzitutto perchè nell'era moderna non c'è stata una squadra che abbia vinto quattro volte di seguito la stessa competizione, ovvero la Coppa nazionale. E quest'anno la possibilità l'abbiamo noi, il PSG e il Barça. Quindi domani per noi è un obiettivo importante come se fosse una finale, quindi bisogna essere concentrati su quello. Poi sabato rigiochiamo, quindi dovremo ripensare alla Lazio. Ma domani abbiamo l'obiettivo, chiaro, quello di arrivare  in finale. Non sarà facile perchè troveremo un'Atalanta tosta, che ha la voglia di rifarsi dall'uscita dall' Europa immeritatamente e soprattutto ha una grande chance, quella di arrivare in finale di Coppa Italia, che non gli capita tutti gli anni. Quindi sarà una bella sfida, ma noi dobbiamo farci trovare pronti. Il risultato dell'andata non conta perchè l'1-0 è un risultato che ti dà pochi vantaggi, perchè comunque domani devi fare gol, allora se fai gol sei un pezzo avanti. Però devi fare gol".

INDISPONIBILI
"L'unico che può essere recuperato per la panchina, è Higuain. Tutti gli altri sono disponibili. Khedira verrà a disposizione, fuori rimangono Cuadrado, De Sciglio e Bernardeschi".


SE AVESSERO RIMANDATO LA PARTITA A NAPOLI, POLEMICHE PARTENOPEE
"Ma no, noi dobbiamo pensare esclusivamente a quello che dobbiamo fare noi, per noi era importante arrivare a marzo ed essere nelle tre competizioni, intanto domani  c'è la prima partita da dentro o fuori: o raggiungi la finale o esci dalla competizione. Quindi per noi questo deve essere un obiettivo importante da raggiungere. Poi ci tufferemo nel campionato, perchè dopo domani o giochi a maggio la finale o la Coppa Italia è finita. Quindi ci ritufferemo nel campionato sabato e poi mercoledì avremo un'altra partita da dentro o fuori. Lì è il bello di rimanere dentro le competizioni perchè avere l'ambizione di rimanere dentro le competizioni, perchè bisogna giocare tutte le competizioni, alla Juventus è così. Poi quello che pensano gli altri e dicono gli altri a noi non ci cambia niente. Noi dobbiamo mantenere il profilo basso, lavorare e cercare di ottenere risultati, cercare di essere pronti a giocarci le nostre chance domani in campionato, in Champions League, perchè altrimenti è solo un dispendio di energie mentali, che poi non serve niente. Io dico sempre e continuo a dirlo che alla fine quello che conta, comunque, comunque, è quando riesci a scrivere nell'albo qualcosa che hai vinto, perchè altrimenti già ci dimentichiamo cosa è successo due giorni prima, figuriamoci se ci ricorderemo 20 anni fa, in quella partita, se la passa avesse picchiato nel palo e fosse andata dentro, forse avremmo vinto.... non conta niente, non conta niente, nella vita bisogna essere molto pratici".

MARCHISIO
"Domani Marchisio ha ottime probabilità di giocare, in linea di massima la formazione potrebbe essere quella di domenica, eccetto forse una-due varianti che devo vedere oggi. Per quanto riguarda il futuro, in questo momento, tutti quelli che fanno parte del mondo Juve, devono rimanere concentrati su quelli che sono gli obiettivi. Poi a giugno, ognuno deciderà il proprio futuro. In questo momento non bisogna farsi distrarre da niente, è un'annata molto importante, rispetto all'anno scorso abbiamo una concorrente molto forte, che sta facendo grandi numeri, che è il Napoli, e quindi in campionato bisogna fare qualcosa di straordinario, dopo che i ragazzi hanno vinto sei Scudetti di seguito. Abbiamo la Coppa Italia e abbiamo la Champions, quindi non abbiamo neanche tempo per pensare a quello che sarà il futuro, ma bisogna vivere assolutamente nel migliore dei modi il presente".

DYBALA
"Che abbia bisogno di minuti non c'è nessun dubbio. Domani valuterò. Paulo sarà della partita, o dall'inizio o a partita in corso. Poi c'è la partita di sabato che gli darà altri minuti. Purtroppo è mancata la partita di domenica, e come dico sempre io, a volte quando fai conti, diventano contadini. Sicuramente il minutaggio a Paulo glielo devo mettere. Tra l'altro sta molto meglio, ha fatto anche dei buoni allenamenti e abbiamo bisogno di lui sotto l'aspetto tecnico".

CONDIZIONI HIGUAIN
"Domani ho già detto, massimo che può essere domani Higuain, è per la panchina, perchè non si è mai allenato, ha fatto due robe di corsa sulla cyclette, l'hanno usata un po' credo. Oggi farà un po' d'allenamento, se sta bene, se non avrà dolore alla caviglia, domani viene in panchina. Non più della panchina".

DUBBI DI FORMAZIONE
"Difensore e centrocampista, questi due".

PARTITA GIA' PRONTA DA DOMENICA?
"No, l'Atalanta non è quella di tre giorni fa, è diversa. Per quanto riguarda la partita, io devo vedere oggi e sabato, poi abbiamo mercoledì. Abbiamo tre partite importanti che devo cercare di gestire. Di affrontare la partita di domani nelle migliori condizioni, con la migliore formazione, sapendo che domani avendo Khedira a disposizione ho un cambio in più. E poi c'è anche la partita di sabato. Domani tra l'altro manca Bentancur squalificato, quindi ho un centrocampista in meno. E quindi dovrò far,mi un'idea di quanti minuti può giocare uno domani e di quanti minuti può giocare uno sabato, uno o due, poi da lì valuterò e deciderò la formazione".

STUFO DELLA POLEMICA "SCANSOPOLI"
"Diciamo che fa parte del mondo del calcio, dove tutti dicono la sua, dove qualcuno ogni tanto farebbe meglio a stare zitto, ma questo in tanti, quindi bisogna ascoltarli. Mi hanno sempre insegnato di ascoltare tutti e poi trarre le conclusioni. Noi dobbiamo fare dei punti e andare avanti. Credo che giocare contro il Napoli ora sia molto difficile e giocare contro la Juventus ora sia molto difficile, poi ci sono delle partite che vanno in modo e delle partite che vanno in un altro modo.  Tra l'altro tutte queste polemiche sono andate buttate in un cestino perchè domenica non abbiamo giocato e quindi abbiamo risolto i problemi".

BUFFON TITOLARE
"Sì, domani in porta giocherà Buffon".

NAPOLI PUO' VINCERE TUTTE LE PARTITE?
"Sarebbe bello che il Napoli le vincesse tutte e noi le vincessimo tutte, però se le vincono tutte loro e le vinciamo tutte noi... non si possono vincere. Però noi dobbiamo affrontare partita dopo partita, perchè domenica avevo in programma di mettere giù una squadra, dare dei minutaggio a dei giocatori, è venuta la neve e non abbiamo giocato. Quindi andiamo una partita alla volta, con calma bisogna affrontarle, con grande entusiasmo e con soprattutto con grande equilibrio, sapendo che abbiamo degli impegni importanti e ripeto  che quest'anno rispetto all'anno scorso  è una stagione differente, perchè l'anno scorso avevamo molti punti di vantaggio, quest'anno abbiamo invece il Napoli che ci sta tenendo testa, anzi, diciamo che noi stiamo tenendo testa al Napoli".




Posta un commento

0 Commenti