Allegri: "Rigore per fortuna tolto. Le gare si possono comandare anche difendendo."


Le parole di Allegri al termine di Fiorentina Juventus, anticipo della 24 giornata di serie A. Il tecnico bianconero intervistato nella mix zone dell' "Artemio Franchi":
UMILTA'
"Quando non si ha la palla bisogna difendere bene ed è una dimostrazione di maturità e umiltà".

LA FIORENTINA E MATURITA'
"La Fiorentina ha fatto una grande gara e ci ha messo sotto pressione. Nel primo tempo non abbiamo subito tantissimo, anche il palo è nato da una ripartenza dopo un calcio d'angolo, ma giocavamo troppo “sui binari” e non creavamo superiorità numerica. Si è però vista la maturità della squadra perché in quei momenti bisogna evitare di fare danni e infatti nel secondo tempo è cambiata la partita". 

RIGORE DATO POI TOLTO
 "Aspettavo la decisione dell’arbitro. E’ successo altre volte il contrario e non c’è niente da fare. L’attesa è stata lunga e fortunatamente è stato tolto il rigore. Dal vivo ho pensato ci fosse un fallo sull’azione prima ma poi dalla tv si vedono molte altre cose"

BERNARDESCHI
"Federico è cresciuto molto e ha capito come si deve fare per stare in una grande squadra, dove tutte le vittorie passano attraverso il sacrificio, la voglia e la determinazione". 

DOUGLAS COSTA
"Avevo bisogno di un giocatore che saltasse l'uomo e giocasse più tra le linee. Questa è una squadra di giocatori meravigliosi e di grandi professionisti. Dopo un inizio in cui le partite finivano 3-2 o 6-2 come Udine, abbiamo ripreso un cammino normale. Le gare si possono comandare anche difendendo senza concedere nulla".

DYBALA
"Sta facendo un lavoro differenziato, speriamo che sia a disposizione per martedì ma è molto difficile. E’ importantissimo per noi e non possiamo rischiarlo: abbiamo bisogno che recuperi al meglio, non dobbiamo accelerare il recupero".
-