Giampaolo: "Solo Bereszynski out. Andersen? diventerà forte"

La conferenza stampa di Giampaolo pre Crotone Sampdoria

CROTONE SAMPDORIA: LA CONFERENZA STAMPA DI GIAMPAOLO


Dalla sala stampa di Bogliasco, Marco Giampaolo parla in conferenza stampa per presentare Crotone Sampdoria, gara valida per la 28 giornata di serie A. Le parole del tecnico blucerchiato. Il match avrà luogo domenica 11 Marzo, ore 15, all' Ezio Scida.




LA MORTE DI ASTORI E IL RINVIO
 "La scomparsa di Astori ha toccato tutto l'ambiente sportivo e non. A conferma di quale fosse il suo valore di uomo oltreché di calciatore. I calciatori di Serie A hanno trovato un grande senso di appartenenza e di unità, decidendo di non giocare. Scelta poi ratificata dalla Lega. La storia di Astori ci ha tirato fuori dei sentimenti forti in tutti noi. Si riparte onorando lui e la sua memoria" 

LAVORO IN SETTIMANA
"Durante la settimana abbiamo lavorato bene. La sosta forzata non ha cambiato i programmi della squadra. Sono molto soddisfatto di come i miei ragazzi hanno lavorato" 

AL SUD SOLO SCONFITTE
"Male che vada continueremo il nostro trend negativo. Ma ci siamo preparati per vincere una partita che mi aspetto dura. Serviranno spessore, carattere e personalità" 

CROTONE
"Il Crotone è un club che mi sta simpatico per il percorso che ha fatto negli anni. Sia per i giocatori che per i tecnici scelti nelle ultime stagioni. Hanno valori importanti e un tecnico bravo. Mi aspetto che  faccia il massimo per vincere. Hanno qualità e proveranno a metterci in difficoltà. Guardando in casa mia però ho visto la squadra lavorare bene" 

INFORTUNATI
"Ho tutti a disposizione, a parte Bereszynski. Però mantengo molti dubbi di formazione. Da qui alla fine avremo molte partite, anche in data infrasettimanale. Quindi, questo è il momento di tutti. Il momento del gruppo, per eccellenza" 

ANDERSEN 
"Diventerà forte. In lui ritrovo tante belle qualità come centrale difensivo. In Samp Udinese è entrato come terzino, ma non è quello il suo ruolo. Davanti a lui però nelle gerarchie c'è un mostro sacro come Silvestre. Il futuro è tutto suo" 
 (Joachim Andersen è un difensore centrale danese, prelevato la scorsa estate dal Twente, classe 1996, 190 cm di altezza.  Ha giocato i suoi primi 5 minuti in A, contro l' Udinese. n.d.r)

DISTRAZIONI POSITIVE
"Le convocazioni in nazionale e le voci di mercato sono distrazioni dettate da quanto di buono è stato fatto sul campo in questi mesi"