Sarri: "Decido il mio futuro negli ultimi dieci giorni di maggio" Conferenza, interviste sky e Rai VIDEO


LA PARTITA DI OGGI
"Oggi mi spiace non aver vinto per regalare un successo a questo meraviglioso pubblico. L'applauso del San Paolo rivela la grandezza di questo popolo".

LOTTA ALLA JUVE
"Abbiamo fatto tutto il possibile per dare filo da torcere alla Juventus, ma obiettivamente loro hanno risorse superiori alle nostre e noi più di questo non potevamo proprio esprimere".

RAMMARICO
"Il rammarico principale è per i due infortuni di Ghoulam e Milik che hanno privato la squadra di due giocatori importanti. Poi credo che la svolta sia stata al match di San Siro. In 4 minuti lo scudetto è passato dalle nostre mani alle loro. Potevamo effettuare il sorpasso e invece ci siamo trovati ancora sotto. E questi sono episodi che segnano una stagione".

OGGI ARRABBIATO
"Oggi mi sono arrabbiato perchè io ci tengo a chiudere al massimo il campionato. La squadra però ha dato tutto, ha dimostrato di non aver mollato e pretendo lo stesso atteggiamento nelle ultime due partite"

CHIUDERE BENE
"Dobbiamo chiudere alla grande e queste due gare che restano per me sono importantissime anche per il record di punti della storia azzurra".

FUTURO
"Il mio futuro è la prossima gara, poi vedremo a fine stagione. Io ho un contratto col Napoli e ringrazio De Laurentiis per avermi dato la possibilità di allenare la mia squadra del cuore e vivere anni di grandi emozioni. Napoli è una città meravigliosa perchè ti fa vivere il calcio in maniera unica".



LA CONFERENZA STAMPA DI SARRI
INTERVISTA RAI

Posta un commento

0 Commenti