Spalletti: "La squadra ha dato il cuore. Pubblico da Champions"

L' Inter perde in casa contro il Sassuolo, la qualificazione alla prossima Champions League diventa sempre più difficile, intervista a Spalletti al termine della partita.


LA PARTITA
"Non siamo stati lucidissimi e puliti nelle scelte, sotto l'aspetto del cuore siamo stati encomiabili. La squadra ha tentato di fare tante cose. Ci è mancata la qualità nell' ultimo passaggio e nel tiro. Non siamo stati bravi a soffocare Politano e Berardi che giocavano nelle linee. Quando riconquistavano palla non siamo riusciti a fermare le ripartenze e ci ha fatto allungare".

CANCELO
"Ha sempre giocate importanti nella metà campo avversaria. Non siamo stati bravi a segnare e la squadra si è persa nel finale di partita. Anche i subentrati non hanno dato un impulso di freschezza e qualità perché c' era intasamento davanti l' area".
EDER ASSIEME A ICARDI
"Scelta difficile sopratutto a questo punto del campionato. Ha senso Eder dietro, accoppiati togli qualcosa a Mauro. La differenza la fa il recupero della palla. Dovevamo essere più bravi a fermare le loro punte che galleggiavano lontani dai difensori centrali".
LAZIO INTER
"C'è amarezza perché vincendo oggi eravamo padroni del nostro destino, invece ora dobbiamo aspettare il risultato della Lazio. La squadra ha dato il cuore, l' unica cosa che si può dire al pubblico che loro hanno conquistato la Champions con il loro attaccamento".




Posta un commento

0 Commenti