Allegri: "Dubbio Dybala/Bernardeschi e a centrocampo. La prossima torna la BBC"

La conferenza stampa di Massimiliano Allegri alla vigilia di Sassuolo Juventus


LA FORMAZIONE DI DOMANI
«In porta rientra Szczesny. In difesa potrebbe giocare De Sciglio a destra, con Caceres e Rugani centrali e Alex Sandro a sinistra. Cancelo può essere un buon cambio sia dietro che davanti. Sono ancora in dubbio se mettere Dybala o Bernardeschi: se metto Paulo gioca uno tra Bentancur ed Emre Can, sennò gioca Khedira. Per quanto riguarda gli infortunati siamo a buon punto: a parte Cuadrado, la prossima settimana rientrano Barzagli, Bonucci e Chiellini. Barzagli se non sarà a disposizione per la gara contro il Frosinone lo sarà per quella di Champions League o subito dopo».


IL CENTROCAMPO BIANCONERO
«Khedira è un giocatore di spessore internazionale, è rientrato bene. Mentalmente è fresco, nell’ultima partita ha preso due pali e in mezzo al campo si è sentita la sua presenza. Sono contento in generale di come stiamo fisicamente: oltre ai test fatti mercoledì, la condizione della squadra è buona ed è in crescita. Matuidi? Sta bene, sabato scorso ha fatto una buona partita».


CACERES E CANCELO
«Caceres è un grande giocatore: quando ce ne sarà bisogno potrà fare anche il terzino. Cancelo è cresciuto molto, ma deve fare ancora dei progressi nella fase difensiva. Quando ha la palla è diverso dagli altri, è straordinario».


IL MOMENTO DI DYBALA
«Dybala ha chiesto scusa a tutti, ha capito di non aver avuto un atteggiamento idoneo. La società gli ha dato una responsabilità importante con la maglia numero 10. Quando non c’è Chiellini è lui il Capitano. La sua posizione in campo? Non l’ha cambiata. E’ questione di caratteristiche di chi gli gioca accanto».


LA SFIDA A DE ZERBI
«E’ un allenatore giovane e bravo, è migliorato molto. Il suo gioco parte da dietro, la squadra occupa bene il campo in ampiezza ed è bene distribuita. E’ uno degli allenatori giovani più promettenti, sta facendo molto bene ed ha trovato a Sassuolo una dimensione dove lui può crescere. C’è un ambiente sano dove può mettere in pratica le sue idee».

Posta un commento

0 Commenti