ATALANTA SASSUOLO 2-1: Cornelius e Petagna firmano la vittoria neroblu


 ATALANTA-SASSUOLO 2-1
(28' SENSI, 35' CORNELIUS, 77' PETAGNA)

Come nelle storie d’amore, quando hai due spasimanti ma non sai con chi stare perché ti piacciono entrambi. E sai benissimo che con tutti e due, allo stesso tempo perlomeno, non ci puoi stare.
Il triangolo Gasperini-Cornelius-Petagna dev’essere stato più o meno questo: il tecnico orobico ha dovuto rinunciare al suo attaccante titolare per, probabilmente, cercare di avere più incisività sotto porta ma non ce l’ha fatta a denigrarlo del tutto: il giovane danese, autore di una buona prova ma che ha ancora ampi margini di miglioramento, è stato sostituito dal compagno di reparto al 21’ del secondo tempo e dopo 10’ quest’ultimo ha timbrato il cartellino all’improvviso, in coppia con il/la VAR.
Lei ama lui ma pensa ancora all’altro. E per fortuna.

C’è voluta una zampata di Petagnone, quindi, per riportare il sorriso a Bergamo dopo che la squadra bergamasca aveva deciso di complicarsi la vita da sola.
Esatto, Gasperini avrebbe voluto avere le orecchie di tutti quando Ilicic ha battuto quell’orrenda punizione che ha favorito, di conseguenza, il gol di Sensi. Ok, lo sloveno, bocciato per la prestazione di ieri, ha perso il tempo per impensierire Consigli o favorire un compagno in area ma è impensabile che tutta la squadra fosse nei 20 metri tra il pallone e la porta.
In questi casi bisognerebbe sempre avere la superiorità numerica dietro il punto di battuta (non bastava il solo Castagne con Gosens al limite dell’area) per impedire una ripartenza come, ad esempio, quella di ieri.

È stata un’Atalanta a doppia faccia: pressing e velocità nel primo del periodo della prima frazione, lenta, disorganizzata e prevedibile post-gol del numero 12 neroverde. Ormai gli avversari lo sanno: il fulcro dell’imprevedibilità bergamasca è il Papu. Se, però, non si accende, tutta la squadra ne risente e questo si può vedere nei classici movimenti ad allargarsi, ricevere il pallone e provare a cercare l’inserimento dei centrocampisti in area. Tentativi=molti; realizzazioni=una.
Gasperini, in settimana, dovrà lavorare duramente sulle soluzioni in fase offensiva. Con più cervello che cuore.


di Sebastiano Moretto
  • [message]
    • VIENI A FAR PARTE ANCHE TU DI Voti-Fanta.com
      • Ti piace scrivere di calcio e fantacalcio? Pensi di capirne più tanti altri ? Entra a far parte nella redazione di VOTI FANTA. Se sei interessato a partecipare e dare il tuo contributo scrivici un email dove ci racconti cosa ti interessa e cosa vorresti fare. Scrivici a votifanta.com@gmail.com

Posta un commento

0 Commenti