giovedì 27 novembre 2014

PARMA ULTIMO, LE RAGIONI DEL FLOP di Francesco Ferla



Parma ultimo: le ragioni dietro il flop
Prima giornata di Serie A, è il 31 Agosto e all’Orogel Stadium si gioca Cesena-Parma. Il Parma viene dallo splendido sesto posto della stagione precedente, ultimo piazzamento che consente l’accesso all’Europa. Il Cesena, di contro, viene dalla Serie B e si appresta ad affrontare la massima serie con una squadra a cui il mercato ha regalato poco, con un allenatore di scarsa esperienza e circondata dallo scetticismo dell’ambiente. Contro ogni pronostico, il Cesena si impone per 1 a 0. In molti abbiamo pensato ad un’incidente di percorso, memori del fatto che la partita d’esordio regala spesso sorprese. Nel posticipo della seconda giornata, a Parma arriva il nuovo Milan di Inzaghi. Ne viene fuori un pirotecnico 4-5, la squadra resta ultima a 0 punti, emergono le prime difficoltà difensive, ma perdere contro una grande può sempre capitare. La sofferta vittoria a Verona sul campo del Chievo sembra riaccendere la luce. Le gare successive, al contrario, vedono un Parma brancolare nel buio: 3 punti in 9 partite, ultima posizione in classifica e peggior difesa. Alla luce di quanto si è osservato, è lecito domandarsi a cosa siano dovute le difficoltà della formazione di Donadoni. In primo luogo, bisogna sottolineare che l’ossatura della squadra dell’anno scorso è mancata in questo avvio di stagione: Marchionni, Parolo e Amauri sono stati ceduti, mentre Paletta, Cassani e Biabiany sono infortunati da inizio stagione. Donadoni, inoltre, non è stato capace di far fronte alle numerose assenze e continua a cambiare modulo senza trovare soluzioni.


.
L’emergenza è senz’altro aggravata da un mercato estivo molto povero, sintomo dell’assenza di un progetto societario chiaro: Parolo a centrocampo e Amauri in attacco (Okaka era già stato ceduto a Gennaio), per citare i due casi più eclatanti, non sono stati sostituiti a dovere. La squadra, dunque, palesa evidenti limiti sia difensivi (sono ben 30 i gol incassati), sia offensivi, con un attacco che, non considerando la pazza gara col Milan, ha realizzato solo 10 reti e tira pochissimo in porta (solo 83 tiri complessivi, peggio ha fatto solo il Cesena). Alle difficoltà “sul campo”, si aggiunge una situazione societaria a dir poco caotica: le dimissioni di Ghirardi per l’esclusione dall’Europa League prima, le difficoltà finanziarie e le voci di cessione poi, non possono non aver condizionato in negativo il lavoro dell’ambiente, senza dimenticare l’imminente penalizzazione in classifica, causata dal ritardato pagamento degli stipendi dei tesserati. Tutti questi fattori hanno contribuito alla metamorfosi della squadra e l’hanno condotta ad una posizione di classifica che non rispecchia nemmeno lontanamente le potenzialità dell’organico.
Il flop calcistico del Parma diventa, inevitabilmente, flop fantacalcistico dei giocatori di spicco. Sarà certamente deluso chi ha puntato su Lodi (fantamedia ferma a 5.3), sperando nelle sue punizioni e pensando, magari, di vederlo battere anche dal dischetto, viste le imprecisioni di Cassano dagli undici metri nella scorsa stagione. Pessima fantamedia anche per Lucarelli (5.5) e per gli altri difensori, per non parlare di Mirante (fantamedia a 3), diventato improvvisamente insicuro e poco affidabile. Non delude, invece, Cassano (fantamedia a 7.3) che, pur con scarsa continuità e anche se male assistito, continua a fare il suo. Tra le sorprese, meritano una citazione De Ceglie (fantamedia a 6.8), già a quota tre gol, e Josè Mauri (fantamedia di poco inferiore al 6, la migliore a centrocampo), ragazzo classe ’96 con ampi margini di crescita.
La prossima giornata vedrà la squadra di Donadoni impegnata al Barbera contro un Palermo in ottimo stato di forma. I precedenti confronti con squadre neopromosse hanno portato solo dolori, ma questa sfida può rappresentare un importante crocevia per dare una svolta alla stagione, a condizione che la squadra ritrovi l’equilibrio, la serenità e la smarrita cattiveria agonistica di un anno fa. La parola al campo!
Francesco Ferla
Read More »

mercoledì 26 novembre 2014

AS ROMA. DOPO LA BEFFA STRIP CLUB RUSSO? (FOTO)

 Secondo il portale Russo "Super" la trasferta della Roma a Mosca ha avuto un finale a sfondo sessuale. Attraverso una serie di foto, il tabloid racconta come verso le due di notte, alcuni giocatori della Roma siano usciti dall' albergo che li ospitava per la trasferta di Champions League, e dopo la tradizionale visita alla Piazza Rossa, adiacente alla struttura ricettiva dove erano ospiti, alcuni di loro, sicuramente non Totti, da quanto afferma il giornalista russo, abbiano fatto visita a uno strip club.


.
 Aldilà dei problemi che i giocatori avranno nello spiegare questa uscita notturna alle rispettive mogli e fidanzate, quello che sicuramente fa arrabbiare il tifoso giallorosso, è l'atteggiamento godereccio della truppa giallorossa, appena uscita da una partita piena di rimpianti, non fa piacere vedere, "festeggiare" se cosi si può definire, una partita che la Roma, anche forse per mancanza di carattere, non è riuscita a vincere.
Si attende la voce ufficiale della società, per capire se i giocatori coinvolti in questa "gaffe" saranno multati o puniti. Sabatini tra un pacco di Marlboro e un altro, ci dirà...
clicca qui il link delle foto che il sito Super.ru descrive come i giocatori della Roma nello strip club


.

LAZIO: COME A VERONA PER IL RISCATTO?



"Una Lazio sottotono nelle ultime prestazioni sfida in trasferta il Chievo, reduce da 3 risultati utili consecutivi frutto dei 2 pareggi con Sassuolo ed Udinese (nell'ultima giornata) e della vittoria col Cesena. Gli aquilotti dal canto loro devono rifarsi della scoppola patita con la Juve che ha seguito la batosta di Empoli, nella quale la rete di Djordjevic ha reso meno amaro il punteggio. Un presidente Lotito furioso pretende dalla sua squadra una reazione d'orgoglio, cosa non vista con i bianconeri ed auspica nei tre punti da parte dei suoi.
Non sarà affatto facile visto lo stato di forma dei clivensi e la pesante assenza per squalifica di Lulic (quasi sicuramente sostituito da Onazi).


.
Mancherà anche il lungodegente Gentiletti, assente al pari di Ciani e Pereirinha. I biancocelesti dovrebbero schierarsi col solito 4-3-3 :
in porta Marchetti (diffidato al pari di Cavanda e Parolo), davanti a lui Basta, De Vrij, Radu, Braafheid, a centrocampo Parolo, Biglia ed Onazi e davanti Candreva con Keita ai lati di bomber Klose o Djordjevic. Questo appare l'unico vero nodo da sciogliere per Pioli, con leggermente favorito il serbo, dato più in forma del panzer "

FMB

FIORENTINA,LA VIGILIA EUROPEA, GOMEZ A RIPOSO di David Gavazzi


FIORENTINA, LA VIGILIA EUROPEA


Il programma di oggi in casa gigliata,a differenza delle altre volte, prevede che l'allenamento di rifinitura venga svolto direttamente a Firenze; infatti tutti i giocatori si ritroveranno questa mattina al centro sportivo prima della partenza per la Francia. Nel pomeriggio poi è previsto lo spostamento aereo per Guingamp dove alle 19.30 circa Montella terrà la consueta conferenza stampa della vigilia insieme ad un giocatore.
Come promesso cari tifosi viola cerchiamo di aggiornarvi sulla probabile formazione viola: come vi avevamo anticipato il Mister farà ampio ricorso al turnover attingendo tra i giocatori poco utilizzati in questo ultimo periodo.
Il più atteso sarà sicuramente Marin, che con tutta probabilità dovrebbe giocare la sua prima partita da titolare; poi in base al modulo vedremo se verrà utilizzato da esterno o da seconda punta. Anche Richards dovrebbe giocare: l' inglese sta bene e questa partita può servirgli per recuperare la giusta condizione per mettere in mostra le sue qualità anche in campionato.
Nel ruolo di regista rivedremo Milan Badelj con la speranza che il croato riesca a riscattare le ultime prestazioni decisamente opache.
Proviamo a fare la formazione; con tutta probabilità Montella cambierà anche modulo passando al 4-3-2-1 che vedrà in porta Tatarusanu; in difesa da destra a sinistra Richards, Tomovic, Basanta, Alonso ;a centrocampo,come già detto in precedenza,Badelj agirà da regista con ai lati Aquilani e Kurtic;infine Marin e Ilicic dietro all'unica punta: il giovane senegalese Babacar; infatti Gomez resterà a Firenze (cosi' come Gonzalo e Pizarro )per prepararsi al meglio per la trasferta di Cagliari con la speranza che ritrovi in terra sarda la via del goal.
Ecco la lista dei convocati appena diramata:
Alonso,Aquilani,Babacar,Badelj,Basanta,BorjaValero,Cuadrado,Ilicic,Kurtic,Lazzari,Lezzerini,Mancini,Marin,Neto,Richards,Savic,Tatarusanu,Tomovic,Vargas
                                                                           
                                                                    GAVAZZI DAVID 


.

QUI JUVENTUS: UNA CALDA NOTTE DI UN FREDDO MERCOLEDI' di Simone Pasello

Questa sera importantissima sfida di Champions League per la Juventus che sara' impegnata in Svezia in casa del Malmöe in un match in cui sara' fondamentale ottenere i 3 punti,anche se non saranno ancora decisivi per la qualificazione.
Arrivati in Svezia ieri sera i bianconeri hanno potuto visitare il campo da gioco e verificare le non perfette condizioni,un campo che con 5 gradi presenta un manto "a macchie" con buche e la possibilita' che dopo mezz'ora di gioco diventi molle e fangoso.
A questo proposito Eriksson il mister del Malmöe si e' detto fiducioso e di non temere la Juve,in casa sara' battaglia pronti a giocarsi la qualificazione,visto che con una vittoria gli svedesi si porterebbero a 6 punti con la possibilita' di trovarsi in un trenino di seconde alle spalle dell'Atletico tutte appaiate.
In casa Juve,comunque c'e' ottimismo visto il buon momento di forma dei bianconeri che si affideranno molto probabilmente alla stessa formazione scesa all'olimpico di Roma sabato sera con l'unica eccezzione di Vidal dietro le punte al posto del pur ottimo Pereyra che resta in balottaggio ma dovrebbe spuntarla il Cileno.
Anche nella linea a 4 di difesa nessun stravolgimento nonostante i recuperi di Evra,Ogbonna e Romulo.
Sulla sinistra sembra confermatissimo Padoin che ha dato ampie garanzie e che con gli impegni futuri se la giochera' con Evra e Asamoah non ancora in perfette condizioni.
A centrocampo nessun dubbio con Pirlo Marchisio e Pogba che stanno vivendo un ottimo momento di forma.
Tra il reparto d'attacco scalpita Morata ma dovrebbe partire dalla panchina e subentrare nella ripresa per far tirare il fiato a Llorente.
probabile formazione (4-3-3) Buffon,Lichsteiner,Bonucci,Chiellini,Padoin,Pirlo,Marchisio,Pogba,Vidal,Tevez,Llorente


.

LEO MESSI: RECORD BREAKER




RECORD BREAKER
Una settimana da "Dio" per Lionel Messi.
Sì avete capito bene,la stella del barcellona ha infranto due record storici e prestigiosi in pochissimi giorni.
Nell'ultimo turno della Liga Leo con una tripletta al Siviglia ha raggiunto quota 253 gol,battendo così il precedente record di 251 reti di Telmo Zarra indiscusso bomber dell'Athletic Bilbao degli anni 50'!
Grazie alle reti messe a segno nel 5-1 con cui il Barça ha strapazzato il Siviglia,la Pulce si e' laureato miglior realizzatore della Liga di tutti i tempi e a soli 27 anni avra' il tempo per rinforzare il suo primato.


1. Lionel Messi 253
2. Telmo Zarra 251
3. Hugo Sanchez 234








Non contento il bomber argentino,nella gara di Champions contro l'Apoel,con un'altra tripletta ha frantumato il precedente record di 71 gol di Raul nelle coppe europee,scalzandolo dal trono con ben 74 reti!

Qui pero' e' ancora tutto in discussione e Leo si deve guardare alle spalle in quanto Cristiano Ronaldo con 70 gol incalza e i due daranno vita ad una lotta spietata ancora per molti anni,con la sicurezza che non saranno infastiditi da terzi incomodi.......almeno per ora!


1. Lionel Messi 74
2. Raul Gonzales 71
3. Cristiano Ronaldo 70

di Simone Pasello
.

SQUALIFICATI GIUDICE SPORTIVO 12 GIORNATA



SQUALIFICATI GIUDICE SPORTIVO 12 GIORNATA


CALCIATORI ESPULSI

SQUALIFICA PER DUE GIORNATE EFFETTIVE DI GARA ED AMMONIZIONE CON
DIFFIDA

BOAKYE YIADOM Richmond (Atalanta): per proteste nei confronti degli Ufficiali di gara
(Terza sanzione); per avere, al 50° del secondo tempo, all'atto del provvedimento di
ammonizione, rivolto all'Arbitro un'espressione ingiuriosa.

SQUALIFICA PER UNA GIORNATA EFFETTIVA DI GARA

PADOIN Simone (Juventus): doppia ammonizione per comportamento non regolamentare in
campo e per comportamento scorretto nei confronti di un avversario.

CALCIATORI NON ESPULSI


.
SQUALIFICA PER UNA GIORNATA EFFETTIVA DI GARA

ACQUAH Afriyie (Parma): per comportamento scorretto nei confronti di un avversario; già
diffidato (Quarta sanzione).

CAPELLI Daniele (Cesena): per comportamento scorretto nei confronti di un avversario; già
diffidato (Quarta sanzione).

LULIC Senad (Lazio): per comportamento non regolamentare in campo; già diffidato (Quarta
sanzione).

ZAZA Simone (Sassuolo): per comportamento scorretto nei confronti di un avversario; già
diffidato (Quarta sanzione)
Recent Posts Widget
Ti piace scrivere di calcio e fantacalcio? Pensi di capirne più tanti altri ? Stiamo costruendo una redazione di VOTI FANTA. Se sei interessato a partecipare e dare il tuo contributo scrivici un email dove ci racconti cosa ti interessa e cosa vorresti fare. Al momento non sono previste retribuzioni, ma se il progetto, come crediamo, avrà uno sviluppo positivo, saremo contenti di guadagnare noi e far guadagnare chi contribuisce. Scrivici a vtfanta@live.it