NAPOLI, Il punto sul mercato: obiettivi e necessità di M. Cascella


L'anno che volge al termine è stato senza dubbio uno dei migliori nella storia recente degli azzurri.
La squadra del patron De Laurentiis ha raggiunto il secondo posto nella passata stagione, dopo esser stata per lungo tempo al primo posto ed essersi laureata campione d'Inverno riconfermandosi ad alti livelli. Quest'anno dopo la cessione del bomber argentino Higuain gli equilibri si sono inevitabilmente compromessi ed il popolo napoletano temeva giustamente delle ripercussioni sull'andamento generale della squadra. Mister Sarri, coadiuvato dall'ottima campagna acquisti estiva gestita in comune accordo con il ds Giuntoli, è riuscito tuttavia a ricostruire il suo Napoli migliorandone paradossalmente la fase offensiva (40 goal fatti quest'anno) con nuove soluzioni ed adattamenti. Gli azzurri ad oggi occupano il terzo posto a 3 punti dalla Roma e a ben 7 punti dall'inarrivabile capolista Juventus: risultato che solo un mese fa sembrava molto lontano. I risultati dei campani sono stati altalenanti tra Ottobre e Novembre nonostante il solito gioco sfavillante e compatto, probabilmente a causa delle continue disattenzioni difensive, caratteristica tipica della squadra azzurra.
La squadra sembra adesso aver ripreso ed aver riottenuto la forma della passata stagione ed ha infatti inanellato nel mese di Dicembre 4 vittorie ed un pareggio, ottenuto nell'ultima rocambolesca giornata contro la Fiorentina per 3 a 3. Il gioco c'è, il morale è buono e gli interpreti sono ritornati a brillare dopo alcuni momenti di debacle psico-fisica: i presupposti per cominciare al meglio il nuovo anno ci sono tutti. L'unico tarlo che tormenta la dirigenza azzurra riguarda la profondità della rosa, che ha già perso Milik e Koulibaly per infortuni più o meno gravi per diverso tempo e perderà per la Coppa d'Africa Ghoulam, impegnato con la sua Algeria. A causa di queste pesanti defezioni lo staff azzurro sembra intenzionato a voler investire ulteriormente i soldi ricavati dalla Champions per assicurare a Sarri un terzino in grado di giocare su entrambe le fasce. Dopo il colpo Pavoletti, costato al Napoli 16 milioni più bonus, e l'ingaggio di Leandrinho dal Ponte Petra, Giuntoli è intenzionato a regalare a Sarri un altro giocatore importante in chiave tattica e futura. Il principale nome da tempo accostato agli azzurri è Mattia De Sciglio, terzino ambidestro classe '92 in forza al Milan, il quale andrebbe ad occupare la posizione di Ghoulam per il mese di Gennaio ed ad agire da ricambio per entrambi i terzini nel corso della stagione. Alla riapertura del mercato le parti si incontreranno e discuteranno in merito alla trattativa che ad oggi sembra essere ancora ai blocchi di partenza. Non solo De Sciglio, ma anche occhi puntati sulla Serie B e su giovani e talentassi prospetti come Ciciretti, esterno destro del Benevento che sta ben figurando in Serie B, ed il diciannovenne Orsolini.  Sull'ala destra di proprietà dell'Ascoli ci sono gli occhi di mezza serie A ed il Napoli resta alla porta, pronto ed intenzionato a regalare ai propri tifosi nuove gioie dal mercato invernale.

a cura di Matteo Cascella,
articolista e referente giornaliero del Napoli per Voti-fanta.com

Posta un commento

0 Commenti