Dettagli e statistiche nona giornata de "LaLiga Santander"


Niente posticipo del Venerdì per questa nona giornata di Liga, che si aprirà a Valencia tra poco col match che vedrà opporsi Levante e Getafe, dunque la dodicesima e la quattordicesima in classifica.
Il Getafe arriva da una sconfitta casalinga contro il Real Madrid, mentre i padroni di casa nella scorsa giornata hanno strappato un punto a Barcellona, contro l'Espanyol
Si affrontano due squadre che non segnano e che non subiscono tanti gol; per i Valenciani sono 8 i gol fatti e 10 subiti, mentre gli uomini di Bordalas ne hanno segnati 10 e subiti 9. Non aspettatevi, quindi, tanti gol in questa partita.






Dopo qualche ora, alle 16:15, saranno il Betis e l'Alavés ad affrontarsi. Partita che vede nettamente favoriti i padroni di casa, che, sin qui, tra le mura amiche hanno raccolto 9 punti in 4 partite, perdendo soltanto una volta, la settimana scorsa, contro il Valencia per 3-6.
Considerando che il Betis ha uno dei migliori attacchi del campionato, ed è favorito, mentre gli ospiti, penultimi in classifica, hanno subito 12 gol in 8 partite, aspettatevi una goleada dei biancoverdi.












Torniamo a Valencia, questa volta al "Estadio Mestalla", dove il Valencia ospiterà il Siviglia per dar vita all'incontro più bello di questa giornata.
I giallorossi, secondi in classifica, sono una delle tre squadre che non ha ancora perso, mentre i biancorossi arrivano proprio da una sconfitta in casa del Bilbao.
Le due squadre potrebbero annullarsi a vicenda, se teniamo conto delle statistiche(il Valencia ha segnato 21 gol, ma il Siviglia ne ha subiti solo 4), ma tutti sappiamo che nel calcio quest'ultime contano fino ad un certo punto.
Rischiano di non essere della partita Orellana e l'ex Inter Murillo per i padroni di casa, mentre negli ospiti l'importantissimo N'Zonzi.









Nel posticipo serale, alle 20:45, i primi in classifica, il Barcellona, ospiteranno gli ultimi in classifica, il Malaga.
Risultati completamente opposti: 7 vittorie, 1 pareggio e 0 sconfitte per i catalani 0 vittorie, 1 pareggio e 7 sconfitte per gli andalusi; 24 gol fatti e 3 subiti per i blaugrana e 4 gol fatti e 18 subiti per gli ospiti.
Probabilmente solo un pazzo potrebbe pensare che il Barcellona non uscirà vincitore da questa partita, ma, sicuramente, se il Malaga otterrà la prima vittoria del campionato al "Camp Nou" sarà qualcosa che ricorderanno tutti a fine anno.









Ad inaugurare la Domenica saranno il Villareal e il Las Palmas che si affronteranno nel lunch match delle 12 al "Estadio de la Ceramica".
Anche questa sembra una partita già scritta: il sottomarino giallo non ha mai perso tra le mura amiche e gli isolani, penultimi in classifica, fuori casa hanno totalizzato una sola vittoria e ben tre sconfitte.
Ci aspettiamo una vittoria dei padroni di casa, dunque.












Nel pomeriggio, a Vigo, il Celta ospiterà i Colchoneros di Diego Simeone.
Partita sulla carta abbastanza equilibrata, considerando che l'Atlético arriva da un pareggio che ha il sapore di una sconfitta, dato che è arrivato in casa del Qarabag e che, quindi, ha il morale basso e un po' di stanchezza nelle gambe, visti gli impegni ravvicinati.
Anche qui, come nel caso di Valencia-Siviglia, le due squadre potrebbero annullarsi, dato che si scontrano uno dei migliori attacchi e una delle migliori difese del campionato.










Alle 18:30 incrociano i loro cammini la sorpresa di questo campionato, il Leganés, e l'Athletic Bilbao che sembra essersi ripreso dopo un periodo negativo.
I capitolini non riescono a vincere in casa dalla prima giornata di campionato e avranno tanta voglia di ottenere questi 3 punti che mancano da Agosto, ma gli ospiti non glieli lasceranno conquistare con tanta facilità, visto che devono recuperare i punti che hanno perso per strada, sin qui,
I biancorossi saranno ancora orfani di Muniain.






Nel posticipo serale delle 20:45 al teatro del "Santiago Bernabeu" i blancos ospiteranno l'Eibar di José Luis Mendilibar.
Tra i padroni di casa ancora assenze importanti: oltre all'ovvia assenza di Carvajal, saranno assenti Gareth Bale e Mateo Kovacic.
Il Real è tormentato dagli infortuni, quest'anno, e sembra risentirne: in campionato ha ottenuto 17 punti in 8 giornate, che non sono pochi, ma stanno stretti ad una squadra come il Real, che vorrebbe averne di più per colmare la forbice di punti che li divide dal Barcellona.
L'Eibar, che sin qui ha segnato solo 3 gol e ne ha presi ben 17, ha davvero poche speranze di battere i galacticos, che potrebbero travolgerli con una valanga di gol.







Doppio posticipo Lunedì sera: alle 20 si affronteranno la Real Sociedad che arriva da uno schiacciante 0-6 maturato in casa del Vardar, in Europa League e l'Espanyol, che arriva, invece, da uno 0-0 casalingo contro il Levante.
La Real, dopo 4 sconfitte consecutive tra campionato e coppa, sembra essersi ripresa ed ha ritrovato la vittoria sia in campionato, contro l'Alaves, che in coppa, come detto prima, contro il Vardar; ma devono ancora ritrovare la vittoria in casa, che manca dalla prima giornata tra le mura amiche.
Gli ospiti, invece, nelle ultime 5 partite hanno conquistato ben 8 punti, ottenuti da due vittorie e due pareggi ed hanno perso soltanto una volta, ma contro il Real Madrid, dunque sono in un periodo positivo.






Nell'altro posticipo, alle 21, sfida di bassa classifica: si scontrano la quindicesima, il Deportivo La Coruna, e la diciassettesima, il Girona.
Le due squadre non hanno iniziato al meglio questa stagione, e le cose si complicano per il Girona che sarà orfano del proprio miglior marcatore, Cristhian Stuani, che ha segnato 4 dei 7 gol della sua squadra e che sarà assente a causa di una squalifica.
Da sottolineare che il Depor ha conquistato 6 degli 8 punti totali proprio tra le mura amiche, e quindi resta la favorita di questo scontro.


                                                                                                       A cura di Luca Limite



Commenti