Lazio-Cagliari analisi tecnico tattica a cura di D. Catanese.



Nel posticipo serale della nona giornata di serie A la Lazio affronterà il Cagliari del nuovo tecnico Diego Lopez con l'intenzione di continuare il filotto di risultati positivi che potrebbe far balzare la squadra al secondo posto.
Simone Inzaghi ha optato per il turn over in Europa League, che ha comunque dato i suoi frutti, ottenendo 3 punti a Nizza che di fatto ipotecano il passaggio del turno in cui abbiamo ammirato un Milinkovic-Savic in forma smagliante e vogliosi di gonfiare la rete anche in campionato dove rivedremo l'undici che ha abbattutto la Juventus con l'unico ballottaggio tra Marusic, in ripresa da acciacchi muscolari, e il giovane Patric. In porta ci sarà la sicurezza Strakosha, nei tre di difesa Bastos, tra i migliori negli ultimi due match, De Vrij e Radu; in mediana confermati Parolo, Leiva e Milinkovic con esterni a destra Marusic (Patric) e a sinistra Lulic; in avanti ci sarà ancora una volta Luis Alberto in appoggio a Ciro Immobile.
Il Cagliari è sulla carta un avversario abbordabile, ha collezionato soltanto due vittorie finora e sei sconfitte ma l'arrivo sulla panchina di Diego Lopez potrebbe dare la svolta auspicata dalla società. I sardi potrebbero addirittura schierarsi con un modulo simile a quello adottatto da Inzaghi e cioè il 3-4-1-2 in cui gli elementi da tenere d'occhio saranno Joao Pedro e Pavoletti, appena tornato al gol, mentre il reparto difensivo e quello di centrocampo sono apparsi in difficoltà sotto la gestione Rastelli e inoltre Lopez dovrà far a meno dei due portieri Cragno e Rafael per cui la porta sarà protetta dal giovane Crosta. La differenza tecnica tra le due squadre è notevole ma le energie spese dai laziali per via degli impegni delle nazionali e delle coppe potrebbero farsi sentire soprattutto nel reparto arretrato dove Radu è costretto a fare gli straordinari, De Vrij non è ancora al 100 percento della condizione e il giovane Luiz Felipe deve essere utilizzato con cautela per evitare possibili bocciature per cui, al momento, l'elemento più in forma fisicamente appare l'angolano Bastos.
Possibile che nel corso del match Inzaghi faccia rifiatare Luis Alberto per far spazio al portoghese Nani che in coppa è apparso appannato, la sfida col Cagliari infatti appare ideale per poter mettere minuti nelle gambe anche perchè i vari Ceppitelli, Andreolli, Capuano non sembrano offrire le adeguate garanzie come dimostrato dai 14 gol subiti in sole otto giornate per gli isolani.


A cura di
Domenico Catanese