Chievo-Lazio analisi tecnico tattica a cura di D. Catanese.

Al rientro dalla sosta la Lazio di mister Inzaghi dovrà vedersela col Chievo di Maran, un match sulla carta più che alla portata dei biancocelesti ma i clivensi, come ricordato dallo stesso Inzaghi, hanno sempre dato del filo da torcere all’Olimpico e proprio nella scorsa stagione portarono a casa i tre punti. Sarà fondamentale la vittoria per la Lazio in quanto stasera si giocherà il big match di giornata tra Inter e Roma e la corsa al terzo posto, al momento dell’Inter con 42 punti, sarà tra queste tre squadre.
 Mister Inzaghi può contare sulla rosa al completo, con un Caceres in più, eccetto lo squalificato Radu e i lungodegenti Di Gennaro e Caicedo. In campo si dovrebbero vedere i soliti undici con Strakosha in porta e il terzetto di difesa formato da De Vrij, Wallace e uno tra Bastos e Caceres; in mediana intoccabili Parolo, Leiva e Milinkovic con ai lati il recuperato Marusic a destra e Lulic a sinistra; in avanti i soliti Luis Alberto e Immobile.
Il Chievo invece arriverà all’Olimpico con diversi indisponibili ma soprattutto Inglese, Castro e l’esperto Gamberini ma il saggio Maran tira sempre qualcosa di buono dal cilindro e probabilmente getterà nella mischia i giovani Bani in difesa e Stepinski in attacco con il solito Pellissier pronto a subentrare a gara in corso. Dopo una partenza sprint i clivensi hanno subito un calo ma è proprio quando sembrano destinati alla sconfitta che vien fuori il carattere di questa squadra che può contare su diversi elementi di esperienza per cui probabilmente assisteremo a una partita d’attacco da parte della Lazio che avrà del filo dal torcere nella zona mediana del campo dove a far legna ci saranno Radovanovic e Hetemaj ma la pedina maggiormente pericolosa è Birsa chiamato a trascinare la squadra con le sue giocate e i suoi assist. Proprio lo sloveno sarà nel mirino del mastino Lucas Leiva e non bisogna sottovalutare il giovane Bastien che sul centro sinistra del centrocampo sta mostrando cose buone. E’ sulle fasce che Inzaghi potrà giocarsi  le sue carte grazie al recupero di Marusic, in serrato ballottaggio con Basta, potrà puntare sulle ripartenze e eventualmente ruotare gli esterni nel corso della gara mentre il Chievo ha dalla sua gli esperti Gobbi e Cacciatore, uno che bisogna tener d’occhio. Il punto debole della squadra di Maran sono i due centrali Tomovic e Bani che al momento non sembrano in grado di opporre molta resistenza a Immobile e Luis Alberto ma dopo la sosta siamo abituati a vederne delle belle per cui potremmo assistere a una gara ricca di soprese e magari di gol!

A cura di
Domenico Catanese


(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *