ROMA - ATALANTA 1 - 2: Gasperini da una lezione a Di Francesco. Dzeko e Kolarov non bastano. Pagelle e Commento


ROMA - ATALANTA 1 - 2
14' CORNELIUS, 19' DE ROON, 56' DZEKO

All'Olimpico la Roma ospita l'Atalanta nel primo posticipo della prima giornata di ritorno, ultima prima della sosta.
I padroni di casa hanno l'occasione di agganciare l'Inter al terzo posto e e superare la Lazio che si è portata un punto sopra dopo la vittoria in casa della Spal.
Atalanta invece che dopo un brutto inizio di stagione, soprattutto nelle trasferte di campionato, nelle ultime settimane ha ripreso un ritmo importante.
Gasperini lascia fuori a sorpresa Masiello, Petagna e Cristante in favore di De Roon, Cornelius e Palomino.
Formazione tipo invece per Di Francesco con l'unica eccezione riguardante il non convocato Nainggolan. Panchina per un deludente Schick.

Primo Tempo
Nonostante debba essere la Roma a cercare il vantaggio con più insistenza, è l'Atalanta a partire fortissimo e portarsi sul doppio vantaggio dopo soli venti minuti di gioco. I bergamaschi si portano avanti prima con Cornelius che sfrutta una copertura non proprio buona di Fazio che da tempo e spazio al danese di piazzare un colpo da biliardo all'angolino basso alla destra di un incolpevole Alisson. Il raddoppio invece viene dalla sinistra quando Gomez si prende gioco di un distratto Florenzi ed apparecchia per De Roon che tira dal limite colpendo Manolas e spiazzando il portiere brasiliano.
La Roma è frastornata e gioca in maniera piuttosto confusa, soprattutto a centrocampo. L'occasione per riaprirla arriva da calcio piazzato quando Kolarov colpisce Dzeko e la palla esce di un soffio a portiere ormai battuto. Passa poco ed è Dzeko a mettere paura a Berisha con un tiro che esce per centimetri alla sinistra del portiere nerazzurro. L'Atalanta però non ci sta e riparte con continuità rendendosi spesso pericolosa, soprattutto quando sempre con De Roon colpisce un palo clamoroso che avrebbe praticamente messo un ipoteca importante sulla partita.
L'olandese però è protagonista anche in negativo quando all'ultimo minuto si fa espellere per doppia ammonizione atterrando Kolarov che lo aveva saltato accentrandosi verso la porta. Espulsione forse un po' eccessiva e Gasperini si infuria parecchio, facendosi così allontanare dal direttore di gara.

Secondo Tempo
Entrano Cristante prima e Schick poco dopo, con la Roma che accorcia le distanze al minuto 56'. E' Dzeko a farsi trovare pronto in profondità su invito di El Shaarawy e con un sinistro ad incrociare batte Berisha.
La squadra di casa a questo punto pressa con insistenza cercando in tutti i modi di sfondare il muro eretto da Gasperini, il quale si copre con gli ingressi di Petagna e Masiello per Gomez e Cornelius.
E' quasi un 6-2-1 quello messo in campo dal tecnico ex Genoa con quattro centrali di difesa e due terzini di spinta che non ripartono quasi mai vista l'inferiorità numerica.
La Roma avrà un paio di occasioni con El Shaarawy prima e Schick poi ma non riesce a trovare il pareggio e la partita finisce così 2 a 1 per gli ospiti.

PAGELLE

ROMA

ALISSON, 6: Incolpevole in entrambe le occasioni che hanno portato al gol gli avversari. Nel secondo tempo gioca quasi a centrocampo.
KOLAROV, 7: Il migliore dei suoi. L'unico a crederci sin dall'inizio ed anche il più pericoloso dei suoi. Causa l'espulsione di De Roon e crea almeno un paio di occasioni pericolose per i suoi compagni.
MANOLAS, 5.5: Soffre i movimenti offensivi avversari. Spesso in difficoltà e sfortunato nella deviazione del secondo gol subito.
FAZIO, 5: Troppo lento e spesso in confusione. Nel gol di Cornelius era difficile difendere peggio.
FLORENZI, 5: Si fa prima scappare e poi dribblare da Gomez in occasione del raddoppio bergamasco. Quasi assente in zona offensiva.
STROOTMAN, 5: Partita nettamente sotto la sufficienza per l'olandese che non riesce mai a stoppare le ripartenze avversarie nel primo tempo. Nel secondo non crea mai nulla e viene giustamente sostituito.
GONALONS, 5.5: E' più bravo a spezzare il gioco piuttosto che a crearlo. Sotto di 2 a 0 la partita è diventata difficilissima.
PELLEGRINI, 6: Uno dei pochi giallorossi a guadagnarsi la pagnotta. Può fare di più ma se i suoi compagni giocano così non è colpa sua.
EL SHAARAWY, 6: Molto preciso l'assist per Dzeko. Sfortunato e poco cinico invece quando nel secondo tempo si fa ribattere due volte la conclusione a pochi metri dalla porta.
PEROTTI, 5: Non incide per nulla. Niente dribbling vincenti e niente assist succulenti per i compagni. Irriconoscibile.
DZEKO, 6.5: In una serata piuttosto buia per quasi tutti i suoi compagni emerge la sua voglia di fare male e tornare al gol. Tre chiare occasioni da gol in cui non poteva fare di meglio. Almeno si è sbloccato.
SCHICK, 5.5: Tenta di cambiare qualcosa ma viene servito poco e non riesce a incidere quasi completamente.
UNDER, 5.5: Ha quindici minuti ma non li sfrutta.
B.PERES, S.V.

ATALANTA

BERISHA, 6: Incolpevole sul gol. Sicuro in un paio di uscite su palla alta.
CALDARA, 6.5: Regge bene l'impatto con Dzeko prima e Schick poi. Forma importante per il centrale di proprietà Juventus.
TOLOI, 6: Leggermente impreciso in occasione del gol subito dove puo' chiudere meglio lo spazio a Dzeko. Molto bene tutto il resto.
PALOMINO, 6: Poco impiegato nel primo tempo. Molto attento invece nella ripresa quando si gioca solo nella sua metà campo.
SPINAZZOLA, 6.5: Corre tanto nel primo tempo e difende bene su Florenzi che non è mai pericoloso. Nella ripresa arretra come tutti i suoi compagni.
DE ROON, 6: Assoluto protagonista del match. Segna il raddoppio per i suoi, colpisce un palo clamoroso ma commette un ingenuità all'ultimo minuto del primo tempo quando si fa espellere intervenendo a centrocampo su Kolarov. Poteva stare più attento.
FREULER, 6.5: Partita di sostanza per il centrocampista che non sbaglia mai sia in fase difensiva che in uscita.
HATEBOER, 6: Dei nerazzurri è quello che soffre più di tutti poiché si ritrova davanti uno straripante Kolarov che lo salta piuttosto spesso. Nonostante ciò non perde mai la calma e nella ripresa è l'unico ad avere gamba per ripartire e fare respirare i suoi.
ILICIC, 6: Gioca un buon primo tempo ma si fa scappare Kolarov nell'azione che provoca poi l'espulsione del suo compagno.
GOMEZ, 6.5: Grande la giocata in occasione del 2 a 0. Primo tempo di alto livello dell'argentino. Nella ripresa va in palese difficoltà e viene sostituito.
CORNELIUS, 7: Apre il match con un grandissimo gol di sinistro all'angolino beffando Fazio e battendo Alisson. Corre e riparte con continuità fino alla sostituzione.
CRISTANTE, 6: Entra nella ripresa ma non è facile essendo in 10. Prova di testa su angolo a chiudere la partita. Per il resto solo fase di contenimento.
PETAGNA, 5.5: Entra per dare più respiro e prendere qualche fallo. Nonostante la freschezza non riesce quasi mai a fare nessuna delle due cose.
MASIELLO, 6.5: Entra ed alza un muro quasi invalicabile. Decisivo in chiusura su El Shaarawy in una delle ultime occasioni giallorosse.



Posta un commento

0 Commenti