Allegri: "Se la mettiamo sullo scontro fisico potremmo uscirne con le ossa rotte"

Massimiliano Allegri in conferenza stampa prima di Juventus Tottenham, andata degli ottavi di finale di Champions League. Le parole del tecnico bianconero rilasciate a stampa e media dal J Center di Vinovo:

NO ALLA PARTITA FISICA
"Non firmerei per lo 0-0, ma per non prendere gol in casa, quello si. Il Tottenham è una squadra molto fisica, quindi dobbiamo giocare una gara molto attenta, mettendoci la testa ma anche grande tecnica. Non dobbiamo fare emergere le loro potenzialità, e se la mettiamo sullo scontro fisico potremmo uscirne con le ossa rotte".
CHI AL POSTO DI MATUIDI
"Deciderò domani chi mettere in campo. Ci sono giocatori, come Sturaro, con caratteristiche simili, ma ovviamente il modulo di gioco, o meglio le posizioni in campo, dipenderanno dalla scelta che farò: d’altronde, sempre in undici bisogna giocare…"
TOTTENHAM
"Il Tottenham è una squadra molto forte, che ha grandi potenziali in fase offensiva, sfruttano molto bene i cross e vanno letteralmente a nozze negli spazi"
EQUILIBRI
"Le sfide di Champions League sono sempre molto difficili, proprio come sarà la partita di domani: non bisogna rompere gli equilibri della squadra ed è necessario stare attenti a tutti i singoli episodi, perché si gioca su 180 minuti, la qualificazione si decide a Londra e domani, di certo, partiamo con 50% di possibilità, esattamente come loro».
MODELLO JUVE
"Mi fa piacere che la Juventus sia diventata un modello di riferimento in Europa: d’altronde, meglio di noi in questi anni ha fatto solo il Real Madrid. Non è una cosa da poco, siamo al pari delle grandissime squadre europee: adesso entriamo nella fase più bella della stagione, quella da dentro-fuori, e sarà da vivere con grande entusiasmo, tutti insieme, noi e il pubblico, cercando di giocarci la qualificazione e andare più avanti possibile".