Messi: "Ho arretrato la mia posizione, ma penso sempre a fare gol".


Leo Messi, il fuoriclasse del Barcellona, durante un evento organizzato da un suo sponsor ha rilasciato alcune dichiarazioni in merito alla stagione e alla sue prestazioni:  "la mia prima partita in Champions League era in Ucraina contro Shaktar, era una partita dove in squadra c' erano molti ragazzi della seconda squadra, poiché il Barcellona era già qualificato per il turno successivo e noi eravamo molti "canterani". abbiamo giocato contro una grande squadra, abbiamo perso, ma la sensazione di debuttare in Champions è stata molto bella".

Sul cambiamento della posizione in campo la "Pulga" ha risposto così: "sì, potrebbe essere che nell'ultimo anno ho arretrato un po la mia posizione giocando un pò più distante dalla porta, non gioco più come negli altri anni dalla trequarti in su, è vero che gioco qualche metro indietro ma sempre con l'idea di arrivare in porta e continuare a fare gol ".

In merito agli obiettivi stagionali Leo non ha dubbi "Dico sempre che ricordo gol importanti come quelli delle finali di Champions League o delle semifinali contro il Real Madrid, ho dei bei ricordi in questa competizione che mi piace molto e adoro giocarla"

Infine, alla domanda se potesse, vorrebbe viaggiare nell futuro o nel passato, l'argentino risponde "Nel passato" e se preferisse essere invisibile o in grado di volare Messi vorrebbe "essere invisibile"



Commenti