Top e flop della 16ª giornata di Serie A


I GIOCATORI CHE CI HANNO FATTO DANNARE...




PORTIERE:
Ivan Provedel:
incolpevole sui primi due gol, se proprio vogliamo cercare il pelo nell'uovo il piazzamento in occasione del gol di Dabo non è dei migliori
Voto: 2


DIFENSORI:
Lorenzo Ariaudo:
primo tempo senza grosse sbavature, nella ripresa commette qualche errore di troppo in fase di marcatura; sfortunato in occasione dell'autogol quando devia una tiro cross di Duncan
Voto: 3,5

Ervin Zukanovic:
ammonito dopo 13 minuti, da quel momento in poi appare poco attento in fase di marcatura; si fa saltare in velocità da Kluivert a pochi secondi dal 45' in occasione del 2 a 2 giallorosso ed al 60' viene giustamente sostituito
Voto: 4

Marco Capuano:
non riesce ad opporre alcune resistenza a Duncan in occasione del vantaggio neroverde, troppo molle e poco reattivo; viene sostituito in apertura di ripresa
Voto: 4,5


CENTROCAMPISTI:
Raman Chibsah:
poco lucido in mezzo al campo, sbaglia una miriade di passaggi e per lunghi tratti del match appare troppo nervoso
Voto: 4,5

Danilo Soddimo:
entra poco dopo il raddoppio di Berardi con l'obiettivo di cambiare l'inerzia della partita ma con scarsi risultati; si becca un cartellino giallo a pochi minuti dal termine per un fallaccio su Lirola
Voto: 4,5

Simone Padoin:
non riesce a contrastare Ounas facendosi saltare praticamente sempre, non si spinge quasi mai in avanti, sbaglia anche parecchi appoggi
Voto: 4,5

Tiémoué Bakayoko:
prestazione positiva per quanto riguarda la fase di interdizione anche se perde qualche pallone di troppo; pesano molto i due cartellini gialli rimediati nel giro di 180 secondi che lasciano i suoi in inferiorità numerica nell'ultima parte di gara
Voto: 4


ATTACCANTI:
Simone Zaza:
nel primo tempo lotta su ogni pallone e dà una mano anche in fase di ripiegamento, ma non riesce mai a rendersi pericoloso lì davanti; al 70' la combina davvero grossa, retropassaggio corto verso Ichazo da cui scaturisce il calcio di rigore; errore imperdonabile che di fatto condanna il Toro alla sconfitta nel derby
Voto: 3,5

Joel Campbell:
ci si accorge di lui al minuto 63 quando lascia il campo sostituito do Soddimo...del tutto impalpabile!
Voto: 4
                                                                            
Camillo Ciano:
nel primo tempo si muove abbastanza bene tra le linee ma nella ripresa sparisce, non si rende mai pericoloso e partecipa poco alla manovra offensiva
Voto: 4

FORMAZIONE: 3-4-3
Provedel, Ariaudo, Zukanovic, Capuano, Chibsah, Padoin, Soddimo, Bakayoko, Zaza, Campbell, Ciano



QUELLI CHE CI HANNO FATTO GIOIRE....



PORTIERE:
Etrit Berisha:
Due buoni interventi su Immobile e Milinkovic, nel finale ci pensa il Var a mantenergli la porta imbattuta
Voto: 7



DIFENSORI:
Federico Fazio:
segna il gol del momentaneo 1 a 1 con una zampata da attaccante puro; a livello difensivo non commette grosse sbavature anche se nel secondo tempo perde un pallone sulla trequarti che poteva costargli caro
Voto: 9,5

Kalidou Koulibaly:
prestazione da leader assoluto della difesa: insuperabile nel gioco aereo, si fa apprezzare anche quando si spinge in proiezione offensiva con alcune delle sue percussioni
Voto: 7

German Pezzella:
passa qualche minuto prima che prenda bene le misure ai due attaccanti ma poi risulta insuperabile lì dietro, preciso in fase di marcatura e bravo in quella di impostazione
Voto: 7


CENTROCAMPISTI:
Bryan Cristante:
primo tempo sottotono ma nella ripresa sale in cattedra: manovra bene in mezzo al campo, trova il gol del 3 a 2 (il secondo consecutivo dopo quello di Cagliari) e sfiora la doppietta personale con una deviazione da due passi che si stampa sul palo
Voto: 10

Bryan Dabo:
entra al 74' per dare manforte alla squadra e mantenere il gol di vantaggio ma decide di fare di più: recupera un pallone nel cerchio di centrocampo, arriva al limite dell’area e fa partire una rasoiata di destro che mette la parola fine al match
Voto: 9,5

Rade Krunic:
segna il gol del vantaggio ed è il giocatore più pericoloso tra gli uomini di Iachini, dà fluidità al giro palla con corsa e qualità e si rende spesso pericoloso con i suoi inserimenti
Voto: 9

Dennis Praet:
quantità e qualità in mezzo al campo, si rende spesso pericoloso con i suoi movimenti ed entra prepotentemente nelle due reti servendo gli assist vincenti per Caprari e Quagliarella
Voto: 9


ATTACCANTI:
Giovanni Simeone:
dopo il gol ritrovato con il Sassuolo conferma il buon momento mettendo a segno un +4: serve prima l'assist a Mirallas per il momentaneo 1 a 1 e poi con un preciso colpo di testa batte Provedel per il gol del vantaggio viola
Voto: 11

Justin Kluivert:
prima mezzora da spettatore ma a pochi secondi dal 45' si illumina: accelerazione dalla trequarti, lascia sul posto Zukanovic e con un preciso diagonale batte Radu per il momentaneo 2 a 2; nella ripresa risulta ancora decisivo con un assist di testa per Cristante che vale il gol del vantaggio giallorosso
Voto: 11

Domenico Berardi:
dà il via all'azione che porta all'autogol di Ariaudo e dopo quasi 4 mesi ritrova anche la gioia personale siglando il gol del raddoppio con un preciso sinistro a giro; si rende molto utile anche in fase di ripiegamento dando un grossa mano ai suoi compagni di squadra
Voto: 10




FORMAZIONE: 3-4-3
Berisha, Fazio, Koulibaly, Pezzella, Cristante, Dabo, Krunic, Praet, Simeone, Kluivert, Berardi


A cura di Valerio Pentasuglia


Posta un commento

0 Commenti