Top e flop della 23ª giornata di Serie A


I GIOCATORI CHE CI HANNO FATTO DANNARE...



PORTIERE:
Andrea Consigli:
respinge male con i piedi e dal successivo tiro di CR7 arriva il ta-in di Khedira che vale l'1 a 0, poi esce a vuoto sul calcio d'angolo battuto da Pjanic che porta al raddoppio del portoghese; incolpevole sul diagonale di Emre Can
Voto: 2

DIFENSORI:
Luca Ceppitelli:
che non fosse la sua serata si capisce già al minuto 13 quando involontariamente manda in rete la respinta del proprio portiere causando il vantaggio del Milan; per tutta la partita soffre molto le ripartenze rossonere non riuscendo quasi mai a contrastare gli avversari; "mette" lo zampino anche in occasione del terzo gol
Voto: 2,5

Sebastien De Maio:
soffre troppo le ripartenze degli attaccanti granata, raramente riesce a giocare d'anticipo; nei minuti di recupero si fa cacciare per doppia ammonizione
Voto: 4

Giangiacomo Magnani:
spesso distratto e poco preciso soprattutto in fase di marcatura, commette qualche errore anche quando decide di impostare
Voto: 4,5  

Riccardo Gagliolo:
troppo impreciso sia in marcatura che in impostazione, dalla sua parte arrivano le occasioni più pericolose per gli uomini di Spalletti
Voto: 4,5  

CENTROCAMPISTI:
Rodrigo De Paul:
nel primo tempo è uno dei migliori, si rende spesso pericoloso con alcune giocate di qualità; ma pesa troppo sulla sua prestazione il tiro dagli 11 metri che si fa respingere da Sirigu nella ripresa e che avrebbe potuto regalare ai suoi un fondamentale pareggio
Voto: 1,5

Riccardo Saponara:
non riesce ad incidere in alcun modo, non si rende mai pericoloso e facciamo fatica a ricordare una giocata degna di notaentra al posto di Saponara per cercare di dare maggior qualità in zona offensiva ma finisce per deludere al pari del compagno
Voto: 4,5

Gaston Ramirez:
entra al posto di Saponara per cercare di dare maggior qualità in zona offensiva ma non riesce a far meglio del compagno
Voto: 4,5

ATTACCANTI:
Dries Mertens:
tanto movimento lì davanti ma in zona gol si dimostra poco cinico e spietato: nel primo tempo sciupa clamorosamente due occasioni a pochi passi da Lafont che vanno a pesare prepotentemente sul risultato finale
Voto: 4,5

Leonardo Pavoletti:
solita partita di sacrificio e corsa là davanti, riesce a vincere qualche duello aereo ma non si rende mai pericoloso; i suoi gol iniziano a mancare davvero tanto al Cagliari
Voto: 4,5
                                                                            
Mauro Icardi:
ancora una prestazione negativa per l'argentino, partecipa poco e male alla manovra offensiva ed in un paio di occasioni riesce a concludere senza però centrare lo specchio della porta; il suo digiuno ora inizia seriamente a preoccupare!
Voto: 5

FORMAZIONE: 4-3-3
Consigli, Ceppitelli, De Maio, Magnani, Gagliolo, De Paul, Ramirez, Saponara, Mertens, Pavoletti, Icardi



QUELLI CHE CI HANNO FATTO GIOIRE....



PORTIERE:
Salvatore Sirigu:
decisivo in apertura di partita su Pussetto e al minuto 74 quando si distende sulla sua sinistra per respingere il calcio di rigore di De Paul
Voto: 10,5

DIFENSORI:
Aleksandar Kolarov:
nel primo tempo gioca piuttosto basso, con poche discese sulla fascia e con qualche piccola sbavatura in fase di marcatura; ma nella ripresa torna a spingere come ai vecchi tempi e chiude la partita con un potente sinistro; al 90' lo vediamo ancora proporsi là davanti come fosse appena iniziato il match a dimostrazione di una ritrovata buona condizione fisica
Voto: 10

Ola Aina:
la sua prestazione è impreziosita dal gol vittoria che trova su un preciso cross dalla sinistra di Ansaldi, ma deve ringraziare il VAR che in pieno recupero annulla il gol ad Okaka, nato da un suo precedente errore
Voto: 9

Edoardo Goldaniga:
prestazione pressoché perfetta in difesa., sempre molto attento in fase di marcatura; si spinge anche in avanti e dai suoi piedi arriva l'assist per il gol-partita di Ciofani
Voto: 8


CENTROCAMPISTI:
Lucas Paquetà:
spazia sul tutto il campo con la personalità di un veterano, sembra del tutto integrato negli schemi offensivi della squadra e si rende spesso pericoloso con alcuni inserimenti; in uno di questi, su un preciso cross dalla destra di Calabria, trova il suo primo gol in maglia rossonera che vale il raddoppio
Voto: 10

Lukas Lerager:

alla sua seconda presenza in maglia rossoblu sfodera un'ottima prestazione, specialmente nel primo tempo: manovra con qualità in mezzo al campo, sempre propositivo negli inserimenti ed impreziosisce la sua partita trovando il gol del pareggio con un preciso colpo di testa da azione di calcio d'angolo
Voto: 10

Sami Khedira:

un attaccante aggiunto: si rende sempre pericoloso con i suoi inserimenti, si fa trovare pronto sulla respinta di Consigli in occasione del vantaggio e sfiora la doppietta personale in almeno due occasioni
Voto: 10

Emre Can:
entra al minuto 85 e dopo un minuto trova il gol che chiude i conti; un migliore impatto sulla partita era impossibile immaginarlo
Voto: 9,5


ATTACCANTI:
Cristiano Ronaldo:
sempre al centro del gioco, è lui che trascina la squadra anche nei momenti più delicati del match; entra prepotentemente in tutte e tre le reti: con un potente tiro dalla distanza sulla cui respinta arriva Khedira, con un preciso colpo di testa che anticipa l'uscita di Consigli e con un pregevole assist per il diagonale di Emre Can
Voto: 12

Edin Dzeko:
un vero e proprio regista d'attaccco: va spesso incontro ai compagni per farsi dare il pallone e manovra dettando i tempi di ogni azione; al minuto 18 decide di mettersi in proprio e tira fuori dal cilindro un capolavoro che batte Sorrentino per il gol che vale il 2 a 0. In apertura di ripresa serve anche un assist al bacio a Kolarov in occasione del gol che chiude i conti e poi sfiora la doppietta con un potente sinistro che va a infrangersi sulla traversa
Voto: 11,5 


Krzysztof Piatek:
nella prima frazione si vedo poco, pur dando un grande contributo a far salire la squadra; nella ripresa non fa molto di più ma quando gli capita l'occasione risponde presente e chiude il match con il suo 15° gol stagionale... Higuain chi?!
Voto: 10,5




FORMAZIONE: 3-4-3
Sirigu, Kolarov, Ola Aina, Goldaniga, Paquetà, Lerager, Khedira, Emre Can, Cristiano Ronaldo, Dzeko, Piatek



A cura di Valerio Pentasuglia


Posta un commento

0 Commenti