Top e flop della 26ª giornata di Serie A


I GIOCATORI CHE CI HANNO FATTO DANNARE...



PORTIERE:
Andrea Consigli:
non può nulla sull'autogol del compagno di squadra Lirola, ma sulla sua prestazione pesa troppo quell'uscita sconsiderata su Piatek che gli costa il cartellino rosso e che lascia cosi i suoi in inferiorità numerica
Voto: 2,5

DIFENSORI:
Thiago Cionek:
primo tempo disastroso, lascia troppo spazio a Quagliarella in occasione dei due gol doriani ed è sempre distratto in fase di marcatura; nel finale di partita si fa cacciare per fallo da ultimo uomo
Voto: 3

Federico Fazio:
senza Manolas al suo fianco è ancora più in sofferenza del solito, Correa lo infila con troppa facilità in occasione del primo gol, nel secondo tempo ancora un paio di disattenzioni che solo per poco non risultano decisive; a 20 minuti dal termine si fa saltare in velocità ancora da Correa provocando così il calcio di rigore che sostanzialmente chiude il match
Voto: 3,5

Aleksandar Kolarov:
contributo in proiezione offensiva praticamente nullo, rispetto ai suoi compagni di reparto è certamente quello che combina meno disastri ma in pieno recupero, a risultato ormai acquisito, rimedia due cartellini gialli nel giro di un minuto e si fa cacciare
Voto: 3,5

CENTROCAMPISTI:
Ivan Perisic:
le ultime prestazioni avevano illuso i suoi fantallenatori, contro il Cagliari si è rivisto quel giocatore svogliato e soprattutto poco incisivo di inizio stagione; nel primo tempo si fa vedere là davanti in un paio di occasioni ma non spaventa troppo la difesa avversaria, sfortunato quando devia di testa il traversone di Cigarini e batte il proprio portiere
Voto: 2,5

Francesco Cassata:
si fa cacciare per due cartellini gialli poco dopo la mezz'ora costringendo i suoi a giocare un'ora di gara in inferiorità numerica
Voto: 3,5

Andrea Poli:
se cancellassimo l'episodio al minuto 23 la sua prova sarebbe più che sufficiente, ma quella palla persa ed il successivo calcio di rigore pesano troppo sull'economia della partita
Voto: 3,5

Nicolò Barella:
grande prova per qualità e quantità in mezzo al campo, lotta su ogni pallone e dà spesso il via a ripartenze pericolose; sulla sua prestazione pesa quel rigore sbagliato nei minuti di recupero che per sua fortuna non incide sulla vittoria finale
Voto: 3,5

ATTACCANTI:
Lorenzo Insigne:
primo tempo piuttosto in ombra, poi nella ripresa si accende e si rende spesso pericoloso, servendo anche un assist al bacio per il gol dell'1-2 di Callejon; al minuto 84 ha la possibilità di perfezionare la rimonta partenopea ma dagli 11 metri fallisce il calcio di rigore centrando in pieno il palo
Voto: 4

Filip Djordjevic:
poco movimento là davanti, spesso impreciso anche in fase di appoggio; clamorosa la doppia occasione che fallisce a pochi passi da Sirigu
Voto: 4,5
                                                                            
Edin Dzeko:
la sua partita dura 90 minuti ma si fa vedere solo in due occasioni: colpo di testa nel primo tempo e fallaccio su Acerbi a pochi minuti dal termine che gli costa il cartellino giallo e che gli farà saltare il prossimo match; per le statistiche, il bosniaco è l'unica prima punta in Serie A che non è ancora riuscita a segnare un gol in casa in questo campionato
Voto: 4,5

FORMAZIONE: 3-4-3
Consigli, Cionek, Fazio, Kolarov, Perisic, Cassata, Poli, Barella, Insigne, Djordjevic, Dzeko



QUELLI CHE CI HANNO FATTO GIOIRE....



PORTIERE:
Salvatore Sirigu:
sempre attento e concentrato, compie un doppio miracolo sulla conclusione ravvicinata di Djordjevic; con questo clean sheet sono sei le partite consecutive senza subire gol (557 minuti) e anche il record di Castellini (517 minuti) è superato!
Voto: 7,5

DIFENSORI:
Robin Gosens:
corre su e giù per la fascia senza prendersi mai una pausa, corona la sua fantastica prestazione raccogliendo un invitante cross dalla destra e siglando il gol del 3 a 1
Voto: 10                                                                             
Cristian Dell'Orco:
di fronte a sé aveva un cliente scomodo come Gervinho e alla fine se la cava piuttosto bene, corona la sua buona prova trovando la prima gioia in Serie A
Voto: 9

Darijo Srna:
spinge sulla fascia che è una meraviglia, mettendo spesso cross invitanti per i suoi compagni, in uno di questi serve l'assist decisivo a Pavoletti in occasione del 2 a 1
Voto: 8

CENTROCAMPISTI:
Tomas Rincon:
da un possibile senza voto a +3 che chiude il match e che regala una vittoria fondamentale per la stagione dei granata
Voto: 10

Rodrigo De Paul:
con le sue accelerazioni si rende spesso pericoloso, con freddezza batte Skorupski dagli 11 metri regalando un bonus ai suoi fantallenatori dopo 10 giornate di assenza
Voto: 10

Emre Can:
qualche errore in fase di appoggio a inizio gara ma poi raccoglie alla grande un cross dalla destra e insacca Ospina per il gol che vale il 2 a 0; buona prova in fase di interdizione, cala un po' nella ripresa ma resta in ogni caso sempre molto concentrato
Voto: 9,5

Luca Rigoni:
sempre lucido e attento in mezzo al campo, bene sia in fase di interdizione che impostazione, si rende pericoloso in un paio di inserimenti e in uno di questi trova il gol del momentaneo vantaggio
Voto: 9,5


ATTACCANTI:
Fabio Quagliarella:
confeziona una doppietta in 11 minuti (la prima rete messa a segno con uno splendido tiro al volo in acrobazia), colpisce un palo con una delle sue classiche conclusioni dalla distanza e sfiora la tripletta in più occasioni...sale in vetta alla classifica marcatori con 19 marcature, cosa chiedere di più a un giovanotto di 36 anni?!
Voto: 14


Ignacio Pussetto:
un solo aggettivo, decisivo: crea scompiglio alla difesa avversaria ogni volta che prende palla, conquista con furbizia il rigore che permette ai suoi di trovare la rete dell'1 a 0 e poi sigla il gol vittoria con un preciso colpo di testa
Voto: 11

Papu Gomez:
sempre nel vivo del gioco, prova ogni tipo di giocata e gli riesce tutto alla grande: accelerazioni, dribbling e tiri dalla distanza; ribalta il match rubando palla a centrocampo, partendo indisturbato fino al limite dell'area e facendo partire un preciso destro che non lascia scampo a Lafont
Voto: 10,5




FORMAZIONE: 3-4-3
Sirigu, Gosens, Dell'Orco, Srna, Rincon, De Paul, Emre Can, L. Rigoni, Quagliarella, Pussetto, Gomez



A cura di Valerio Pentasuglia


Posta un commento

0 Commenti