Pavoletti al Napoli. Un bene o un male per il fantacalcio? Analisi sull’ attacco partenopeo.


(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});

Leonardo Pavoletti è oramai destinato a trasferirsi dal 27 dicembre al Napoli. Si parla accordo raggiunto per una cifra complessiva vicino ai 18 milioni di euro. L’ unico dubbio sulla conclusione della trattativa sono le condizioni fisiche del bomber livornese, fermo da fine novembre, ma vicino al ritorno in campo.
Chi ha comprato Pavoletti ad inizio stagione per la sua squadra di fantacalcio, fino ad ora non può essere contento del suo rendimento. 12 presenze, 3 gol, media voto 5,78, media fantacalcio 6,67.
“Pavoloso” è stato in quasi tutte le aste un acquisto caro, perché prometteva una grande stagione, ma nei fatti si può considerare un flop.
Il dubbio del fantallenatore con il cambio di maglia ora aumenta. Al Genoa è il titolare, si poteva confidare in una seconda parte di stagione più fortunata dal punto di vista fisico. Ma ora va a Napoli, dove dovrà contendersi il posto con Gabbiadini, il nuovo “nueve” Mertens e il rientrante Milik.
Per entrare nei meccanismi del gioco di Sarri, ci vuole tempo. Per tutti i nuovi arrivati la strada per una maglia da titolare è estremamente in salita, alla corte del tecnico di Ficine Valdarno. Rog ha dovuto aspettare tre mesi, Diawara due, per vedere il campo. Chiriches ci ha messo un anno ha guadagnarsi la fiducia e ora nelle gerarchie è davanti a Maksimovic, pagato 30 milioni e in panchina a studiare la linea difensiva Sarriana.
C’è da dire che i movimenti della punta nel 4-3-3 del Napoli, sono meno complicati di quelli richiesti negli altri ruoli e Pavoloso ha le caratteristiche giuste per fare il centavanti di Sarri. (Gli fece anche una tripletta “in faccia” in un Sassuolo Empoli di qualche stagione fa, in serie B)
-Gabbiadini rimarrà? sicuramente se dovesse partire non succederà a inizio mercato. La cessione dell’ attaccante bergamasco dipenderà dalla rapidità del recupero di Milik.
-Quando torna Milik? Per metà gennaio dovrebbe ri-aggregarsi al gruppo e quindi essere in teoria a disposizione. In teoria, perché comunque ci vorrà tempo per recuperare una  condizione fisica decente e ritmo partita. Per un giocatore importante muscolarmente, come il Polacco, di solito ci vuole ci vuole un pò di più per raggiungere la forma ottimale. Milik sarà, a meno di complicazioni, pronto al 100% per fine febbraio inizio Marzo.
Mertens centravanti ideale? Rapidità, dribbling, ottima attitudine tecnica a dialogare sullo stretto e da qualche settimana, dopo un relativamente breve tempo di adattamento, anche confidenza con il gol e la posizione centrale. Gol e assist a Lisbona partendo dalla panchina, hattrick a Cagliari, gol e rigore procurato a Firenze, Il miglior Mertens mai visto fino ad oggi sotto il Vesuvio. Ma questo tipo di centravanti va bene contro squadre aperte, quando l’ avversario mette il “pullman” davanti la porta, servono altre caratteristiche.

In sostanza Pavoletti lo teniamo o lo proviamo a scambiare e massimizzare al meglio la cessione sostituendolo con un giocatore con più certezze di una maglia da titolare?

Il consiglio è: se l ‘offerta è buona cedetelo, scambiatelo. Pavoletti è un bomber di razza, a Napoli segnerà sicuramente ma le incognite sono tante. I frequenti infortuni, la concorrenza, i tempi fisiologici di adattamento. Lo scambio però deve essere buono. Non svendete Pavoloso per paura. Il gol è nel suo DNA e va nella squadra che più produce occasioni realizzative in serie A. Per cedere Pavoletti, fatevi ricoprire “d’oro”.


(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *