Inzaghi: "Anderson e Alberto dovranno accettare l' esclusione Luiz Felipe mi mette in difficoltà"

La conferenza stampa di Simone Inzaghi alla vigilia di Lazio Juventus


SEMIFINALE PERSA
“Quando si perde l’accesso ad una finale in questo modo può esserci della delusione, ma in 210 minuti contro il Milan abbiamo dimostrato che avremmo meritato di qualificarci per l’ultimo atto della competizione. Allo stesso tempo sono contento perché domani ci attende una gara importante e, considerando il valore dell’avversario che affronteremo, le energie fisiche saranno sicuramente recuperate".

LA JUVENTUS
"In questa stagione abbiamo affrontato due volte la Juventus ed in entrambe le circostanze siamo riusciti ad ottenere bottino pieno. Disputando due ottime gare sul piano dell’aggressività e dell’approccio. Domani dovremo offrire una prestazione di assoluto livello sapendo di sfidare una grandissima squadra ben allenata da Massimiliano Allegri. Se non giocherà Higuain, giocherà Dybala. Saremo pronti e faremo di tutto per creare delle difficoltà alla formazione bianconera".

INFORTUNATI
"Ieri dopo la partita diversi miei uomini avevano riportato delle contusioni, ma a parte Caceres, non è stato registrato nessun infortunio muscolare. Ci alleneremo nel pomeriggio e valuterò i miei ragazzi: in vista di determinate gare le energie si recuperano automaticamente e, in tal senso, per fortuna affronteremo la Juventus. Luiz Felipe sta facendo molto bene, ha compiuto grandi passi in avanti e mi sta mettendo in difficoltà di domenica in domenica: è un ragazzo di prospettiva, ha offerto un’ottima prestazione contro il Sassuolo e si è ben comportato contro il Milan subentrando a gara in corso. Giunti ai calci di rigore ad oltranza, il difensore centrale brasiliano si è preso una grande responsabilità; dal dischetto, solo chi non calcia non sbaglia".

CORSA CHAMPIONS
"Il calendario ha posto le prime sei l’una contro l’altra nel prossimo turno, sarà una bellissima giornata ed a prescindere da tutto conterà il risultato della Lazio: faremo il possibile per ottenere il massimo. Al termine della gara ho detto ai miei uomini d’essere orgoglioso di loro: abbiamo messo in campo la giusta prova, era una partita particolare perché dovevamo condurre la gara sapendo che i rossoneri ci avrebbero aspettato. Ci penalizzava il fatto di non aver segnato alcun gol nella gara d’andata. Dovevamo evitare di prender reti, siamo arrivati alla lotteria dei rigori e tutti sappiamo come è andata: i ragazzi meritano i complimenti per un cammino stupendo. Non abbiamo subito reti, solo contro il Cittadella sul 4-0: sono orgoglioso del mio gruppo".

NANI E CACEIDO
"Nani sta bene come del resto anche Caicedo: sono due professionisti che mi stanno aiutando tantissimo, ma davanti a loro hanno Luis Alberto, Felipe Anderson e Ciro Immobile. Io sono chiamato a scegliere, ma tutti i miei attaccanti mi soddisfano perché si esprimono tutti al meglio". 

SCHIERAMENTO JUVE
"Tatticamente la Juventus può sempre cambiare pelle: quando l’abbiamo affrontata in Supercoppa si schierarono con un 4-2-3-1, pensavamo che a Torino si sarebbero potuti schierare con lo stesso modulo e, invece, optarono per un 4-3-3. Dovremo fare nuovamente una gara perfetta, ma sarà difficile perché hanno grandissimi giocatori. La Juventus ha il miglior allenatore italiano in circolazione, Allegri ha centrato grandi traguardi: io sono alla Lazio da 20 anni ed è la cosa più bella che potesse capitarmi. Sono concentrato sul nostro presente, abbiamo condotto al meglio i primi sette mesi e dovremo onorare i futuri tre provando a replicare quanto fatto finora".

BALLOTTAGGIO FELIPE ANDERSON LUIS ALBERTO
"Un uomo tra Luis Alberto e Felipe Anderson dovrà continuare ad accettare l’esclusione nel modo migliore: quest’anno anche il calciatore che entra a gara in corso può essere più determinante di chi gioca dall’inizio".

DIFESA JUVE
"La Juventus nelle ultime 15 partite in Italia ha preso un solo gol; i bianconeri vantano grande solidità grazie ad un ottimo centrocampo. Non dimentichiamoci che, anche se giocheranno Pjanic, Khedira e Matuidi, Allegri può contare su Sturaro, Betancur e Marchsio che per anni è stato un loro trascinatore”.


Commenti