Lazio-Udinese analisi tecnico tattica a cura di D. Catanese.


Lazio-Udinese analisi tecnico tattica a cura di D. Catanese.



Qualificazione ai sedicesimi di Europa Leaugue messa in cassaforte per la Lazio di Inzaghi dopo il successo interno sul Nizza di Balottelli e 12 punti totali nel girone. Adesso all'Olimpico arriva l'Udinese di Delneri una squadra che fornendo risultati altalenanti e che soffre soprattutto in trasferta nonostante il successo sul Sassuolo di due giornate fa. Nel giovedì di coppa Inzaghi ha optato per un ampio turn over facendo riposare vari pezzi da novanta tranne De Vrij e il sempre presente Luis Alberto, convocato dalla Spagna in viste delle due amichevoli, per cui per mantenere saldo il terzo posto in classifica, con un occhio alle prime due posizioni, rivedremo il miglior undici possibile ma la novità di giornata è rappresenta dal possibile secondo turno di riposo per Ciro Immobile! L'attaccante della nazionale aveva manifestato il bisogno di riposare dopo la partita col Benevento e così è stato in coppa, in seguito vi sono state supposizioni circa un tentativo del C.T. Ventura di far riposare la punta anche nella gara di campionato con l'Udinese e il caso, o forse no, ha voluto che nell'ultimo allenamento il giocatore abbia avvertito un leggero dolore al flessore. Dopo l'iniziale apprensione le sensazioni rimangono comunque negative e a quanto pare il portoghese Nani è entrato in ballottaggio con Immobile ed appare al momento favorito per il ruolo di punta con alle spalle Luis Alberto. Il resto della squadra sarà composto da Strakosha, Bastos, De Vrij, Radu; Marusic (Basta), Parolo, Leiva, Milinkovic-Savic e Lulic.
L'Udinese di Del Neri èun cantiere aperto in quanto si tratta di una squadra giovane in cui i più esperti sono il capitano Danilo e il redivivo Maxi Lopez senza contare Halfredsson e l'ex Bherami infortunati. I 12 punti in classifica sono figli di risultati altalenanti ma la compagine friulana rimane comunque un osso duro in quanto sono diversi i giovani di prospettiva pronti a scendere in campo all'Olimpico, soprattutto il trio di centrocampo formato da Fofana, Jankto e la stellina Barak può mettere in difficoltà la mediana laziale ma il principale pericolo è ad oggi De Paul il quale dopo l'addio di Therau e un iniziale appannamento sta mettendo in mostra le sue doti tecniche e sull'out di destra può creare più di un problema alla catena Lulic-Radu. Altro punto di forza è rappresentato dai due centrali difensivi Danino e Nuytinck mentre i due terzini Larsen e Adnan non eccellono nella fase difensiva e soprattutto il secondo potrebbe soffrire le incursioni dello scatenato Marusic. La sorpresa di giornata potrebbe essere rappresentata da Nani che, lanciato nel ruolo di prima punta, potrebbe far male alla difesa friulana grazie alla sua rapidità e se ben innescato dal sempre più inspirato Luis Alberto.


A cura di
Domenico Catanese



Posta un commento

0 Commenti