Passa ai contenuti principali

Infortunio Conti, i tempi di recupero, ginocchio sinistro.

Infortunio Conti, i tempi di recupero, ginocchio

Andrea Conti ancora infortunato al ginocchio sinistro: tempi di recupero

Andrea Conti ancora infortunato al ginocchio. Anche questa volta il terzino si è infortunato sui campi di allenamento di Milanello. Conti era appena tornato dalla lunga riabilitazione seguita alla rottura del crociato e conseguente operazione. La prima convocazione la scorsa giornata in Milan Chievo. 
Nell' allenamento del 27 Marzo si è procurato un nuovo infortunio allo stesso ginocchio: trauma distorsivo al ginocchio sinistro, comunica la società rossonera.

Infortunio Conti: esclusa la lesione

Gli esami strumentali  hanno escluso la rottura del legamento crociato anteriore ricostruito. Hanno messo però in evidenza un importante trauma distorsivo al compartimento laterale del ginocchio. Nulla di buono, considerando che siamo oramai a fine marzo e il Milan ha altre nove partite da disputare più la finale di Coppa Italia contro la Juventus.

LE PROBABILI FORMAZIONI DELLA 30 GIORNATA


Infortunio Conti: i tempi di recupero

La stagione per Conti è sostanzialmente finita. Nei prossimi giorni attraverso ulteriori esami diagnostici si potranno stabilire i tempi di recupero esatti. Ma non ci sono possibilità di vedere il terzino in campo questa stagione.  Rimarranno nel suo tabellino le quattro presenze in Europa League e le due in estate in campionato. Una stagione veramente sfortunata, quella che doveva essere l' anno della definitiva consacrazione. Dopo il passaggio al Milan dall' Atalanta per una cifra molto alta. I Rossoneri l' estate scorsa avevano acquisito il cartellino del classe 1994 per venticinque milioni di Euro. 

L' Intervista di Conti di soli pochi girni fa a Milan Channel. Il terzino parlava del suo rientro in campo. Purtroppo dovrà rimandare alla prossima stagione. Veramente sfortunato, anche perchè rispetto ad altre squadre, lo staff medico del Milan aveva allungato i tempi di recupero, arrivando a far tornare tra i convocati il giocatore dopo sei mesi dalla rottura del crociato sinistro.