Chievo Crotone le pagelle male Cordaz, a GIaccherini manca solo il gol




Al Bentegodi si sfidano Chievo e Crotone per la 36a giornata della Serie A 2017-2018. La partita che può valere la salvezza, matematica per gli ospiti, quasi certa per i padroni di casa che dovranno nel caso soffrire per altre due giornate. Il Chievo si presenta alla sfida con D'Anna che rilancia Birsa che nelle ultime settimane spesso è partito dalla panchina. Zenga invece si affida all'uomo della provvidenza delle ultime giornate, ovvero Simy. Crotone che nelle ultime cinque partite ha raccimolato ben dieci punti. Arbitra Massa.

FORMAZIONI

Chievo (4-3-3) - Sorrentino; Cacciatore(76' Bani), Dainelli, Tomovic, Gobbi; Rigoni(56'Bastien), Radovanovic, Hetemaj; Birsa, Inglese(71' Stepinski), Giaccherini

Crotone (4-3-3) - Cordaz; Faraoni, Ceccherini, Capuano, Martella; Barberis, Mandragora, Stoian(71' Ricci); Trotta(85' Tumminiello), Simy, Nalini(78' Rodhen)

AMMONITI: Radovanovic, Hetemaj, Rigoni, Bani


PAGELLE CHIEVO

Sorrentino voto 6: Non può nulla sulle azioni pericolose come il palo di Simy o il gol di Tumminiello.  Non arrivano grandi preoccupazioni se non su qualche calcio piazzato ma si fa trovare pronto.
Cacciatore voto 5,5: Si perde in alcune occasioni Martella e lascia molto scoperto il suo lato. Non una buona partita sul piano difensivo (76' Bani voto 5,5: Partita nervosa del giovane che si prende anche un cartellino. Sul gol del Crotone si perde l'ottimo Martella)
Dainelli voto 5,5: Il gol di Tumminiello sarà stato anche superfluo per il risultato ma è l'unica nota negativa di una buona partita amministrata con l'esperienza.
Tomovic voto 5: Il peggiore del reparto arretrato. Commette tanti errori e fa rischiare la squadra in un paio di occasioni. Per sua fortuna il risultato compensa una prestazione mediocre.
Gobbi voto 6,5: Il migliore della difesa. Dal suo piede nasce l'assist per il vantaggio e dalle sue mani la rimessa per il gol del raddoppio. A 38 anni surclassa un giovane - seppur non più verde - Faraoni su tutta la linea.
Rigoni voto 6: Una partita sufficiente nella zona nevralgica del campo dove nel primo tempo argina bene Stoian. (56' Bastien voto 6: Il nazionale Under 21 Belga subentra bene all'esperto Rigori. Si dimostra intraprendente e con una buona personalità, specialmente in zona offensiva aiutando i compagni di reparto.)
Radovanovic voto 6,5: Buono il suo supporto tra attacco e difesa. Si toglie lo sfizio in un paio di occasioni di calciare a rete e in una di queste prende un palo clamoroso.
Hetemaj voto 6,5: Il mezzo voto è per via del giallo. Un'insufficienza oggi sarebbe stata poco veritiera. Lavora su tutto il campo e offre il giusto apporto alla fase di sovrapposizione.
Birsa voto 7: Torna titolare dopo un periodo in panchina e si riprende la squadra. Ottimo l'inserimento in occasione del gol.
Inglese voto 6,5: Partita di sacrificio e dedizione con un buon lavoro in fase difensiva senza dimenticare l'offensiva dove offre un buon supporto. (71' Stepinski voto 6,5: Da subentrato offre più garanzie che da titolare. Il gol è molto fortunoso ma ha il pregio di calciare nonostante fosse ormai inutile tentare la conclusione)
Giaccherini voto 7: Il migliore in campo è l'esterno ex Juventus e Napoli. Gioca su tutti i fronti e si rende una spina nel fianco nella trequarti avversaria. Manca solo il gol.

PAGELLE CROTONE

Cordaz voto 5: Oggi da l'impressione di non avere la giusta concentrazione. Sul palo di Radovanovic rimane fermo e sul gol di Stepinski controlla male la traiettoria di un tiro non irreprensibile.
Faraoni voto 5: Perde il confronto con Gobbi e gli altri giocatori che ripetutamente si sovrappongono sula sua fascia. Malissimo nel primo gol. In fase offensiva è poca roba.
Ceccherini voto 5,5: Non ha colpe sul secondo gol. Nel primo tempo Inglese si rende difficile da marcare e lo costringe molto spesso a lasciare libero lo spazio per gl inserimenti arretrati.
Capuano voto 6: Una buona partita. Argina bene Inglese e non può nulla sui gol della formazione clivense. L'unica pecca è la svirgolata ad inizio secondo tempo. Prova a rimediare con un colpo di testa che Sorrentino para.
Martella voto 6,5: Uno dei migliori nonostante la sconfitta. Spinge, crossa e tira. Una partita più da esterno offensivo che da terzino.
Barberis voto 5,5: In genere è molto ordinato in mezzo al campo. Oggi perde il confronto con l'esperto Hetemaj.
Mandragora voto 6,5: Personalità da vendere e buone geometrie. Nonostante la giovane età si comporta come un veterano in mezzo al campo. Purtroppo per lui non c'è il giusto supporto da parte di Stoian e Barberis.
Stoian voto 5: Prima Rigoni e poi Bastien lo arginano bene. Non riesce mai ad incidere in fase offesiva e in quella difensiva viene surclassato dai padroni di casa (71' Ricci voto 5,5: Subentra a Stoian per dare più vocazione offensiva ma il risultato non cambia.)
Trotta voto 6: Nel primo tempo è l'unico del reparto offensivo a spingere e far ripartire l'azion. Nel secondo tempo scende di ritmo e si dedica più a coprire per cercare le ripartenze. (85' Tumminiello voto 6: Ci crede fino alla fine e si toglie la soddisfazione del gol che riapre la partita ad un minuto dalla fine.)
Simy voto 6: Partita dai due volti. Nel primo tempo poco presente, nel secondo invece inizia a spingere e farsi vedere. Sfortunato sul palo.
Nalini voto 5: Si vede poco e non incide in termini offensivi nonostante Cacciatore non sia in giornata. (78' Rodhen S.V.)

PRIMO TEMPO

Passa in vantaggio il Chievo al 12' con Walter Birsa. Sulla fascia viene servito Gobbi che crossa di prima intenzione sul secondo palo con l'ex Milan che batte di testa in rete.
Al 14' azione pericola del Crotone con Sorrentino che para ma non blocca e nel susseguirsi di rimpalli dentro l'area ne escono fuori due tiri insidiosi che vengono deviati dalla retroguardia veneta.
Questa volta è il Chievo a rendersi pericoloso quattro minuti dopo con Giaccherini che dalla fascia si accentra e scarica verso Radovanovic che stoppa e tira. Conclusione però centrale e di facile intuizione per Cordaz.
Sul finire di primo tempo si rende pericoloso il Crotono con un calcio di punizione da parte di Barberis al 43'. Il tiro però finisce altissimo sopra la traversa.

SECONDO TEMPO

Pericolosissimo il Crotone al mintuto 57'. Dalla sinistra Martella lascia partire un cross teso. Arriva Simy che anticipa Tomovic ma il pallone fnisce sul palo.
Ancora un palo, questa volta del Chievo. Al minuto 72' Radovanovic riceve palla dal limite e calcia un diagonale rasoterra che si stampa sul palo e sbatte su Cordaz che blocca in due tempi.
Arriva il raddoppio da parte del Chievo. Al minuto 83' Stepinski, subentrato da qualche minuto a Inglese, riceve un pallone in area, lo stoppa e tira. Un colpevolissimo Cordaz lascia correre pensando finisse fuori ma il pallone supera la linea e s'insacca alle spalle del portere del Crotone.
Nonostante il doppio svantaggio continua a crederci il Crotone con Martella che all'89esimo prnde palla dalla trequarti e prova a calciare di potenza. Il tiro però finisce comodo tra le mani di Sorrentino.
Riapre la partita al minuto 93' Tumminiello. Martella sulla fascia si inserisce in area e calcia a mezza altezza. Il giovane ex vivaio Roma calcia di prima intenzione in maniera goffa sbattendo sulla traversa. La sfera però entra dentro e poi esce. La gol line technology conferma la validità della rete.

La sensazione è che a il Chievo abbia avuto più grinta e voglia di vincere la partita. Il Crotone, chiamato alla partita decisiva, scende in campo senza la giusta dose di determinazione e paga con una sconfitta più che giusta. Adesso la corsa salvezza si fa molto interessante. Ottima la prova di Giaccherini, mentre Mandragora conferma le sue doti intraviste a Genova e Pescara.

Posta un commento

0 Commenti