Roma, Di Francesco in conferenza:"Karsdorp titolare, Schick deve crescere. Kolarov e Dzeko saranno della partita domani".




Eusebio Di Francesco in sala stampa ha presentato la sfida con il Crotone all'Olimpico, ecco alcuni estratti della conferenza.
Sulla miglior difesa:"Significa che dobbiamo migliorare in casa e prenderne meno. Non si lega solo alla linea difensiva che ha avuto un ottimo atteggiamento, sbagliando meno, ma a un concetto di squadra in generale dove quando siamo bravi a indirizzare le pressioni o a una gicata che ci permette di difendere tutti insieme. Il merito è del blocco squadra".
Sui singoli:"Karsdorp domani giocherà titolare, Schick deve proseguire ancora  il percorso di crescita".
Sui miglioramenti da fare:"La Roma è la squadra che fa più duelli 1 contro 1 e li vince, a questo bisogna dare continuità. Siamo la seconda squadra dopo l'Inter che mette più cross, dobbiamo migliorare ad accompagnare la giocata e dobbiamo migliorare a riempire l'area. Col Torino abbiamo avuto circa il 65% di possesso, sbagliando qualcosa di troppo nella fase finale dell'azione, non è una vittoria sporca perchè siamo arrivati spesso a una situazione dove dovevamo fare meglio, sono situazioni differenti rispetto ad Atalanta-Roma. Col Napoli abbiamo preso un palo e una traversa, con il  Chelsea abbiamo creato tantissimo davanti. Questa è l'ultima settimana in cui la squadra poteva far meglio in attacco ma comunque ha creato tantissimo ma ha dimostrato solidità e questo è un segnale di essere diventati squadra".
Sull' eventuale riposo di Dzeko e Kolarov:"Credo che in questo momento nessuno dei due sarà lasciato in panchina, già da domani. Dal punto di vista dell’atteggiamento, del modo giocare e dal punto di vista fisico e mentale possono giocare. Poi valuterò prima del Bologna".
Sul turn over in ottica Chelsea:"Io cerco sempre di mettere in campo la migliore formazione possibile. Scenderà in campo col Crotone la squadra migliore per vincere. Adesso c’è il campionato, dobbiamo portare a casa sei punti. Non saranno due partite facili, il Crotone ha fatto un miracolo, c’è un allenatore preparato. Col Crotone è la prima partita difficile da vincere"
Sugli adesivi anti semiti in Curva Sud:"Innanzi tutto credo ci siano le istituzioni competenti per occuparsi di questo, è una questione culturale. E' assurdo oggi parlare di antisemitismo magari con qualcuno che non ha vissuto quel periodo. Io oggi come uomo, come Di Francesco, posso dire che mi sento anche io Anna Frank, questa è la mia risposta a ciò che che è accaduto che per me è un'assurdità".
Sul ruolo di Florenzi:"Ha dimostrato con i risultati e gli atteggiamenti di poter giocare basso e alto. In base alle partite e alla condizione generale di tutti potrà giocare. Viene da 10 mesi di stop, ha giocato anche tanto. E’ un giocatore che fa fatica a sopportare una partita dietro l’altra. In base agli avversari deciderò dove metterlo. Mi auguro che ci sia questa abbondanza e che tutti guariscano. Florenzi non è un problema, ma un valore aggiunto, come Schick".
Sul momento della squadra e i margini di miglioramento:"Sono molto contento, soddisfatto fino ad adesso di quello che il gruppo e l’ambiente mi stanno dando. In Europa e un po’ in campionato l’idea che volevo trasmettere sta passando, è la cosa più importante. Quattro mesi non sono niente per me, dobbiamo avete continuità di atteggiamenti e prestazioni, alla fine i risultati arriveranno di conseguenza. Voti non ne do, ma sono contento di questi primi quattro mesi. Ma non mi accontento.
Pretendo di più perché secondo me possiamo dare maggiore continuità nei 90 minuti. A volte rallentiamo e perdiamo la possibilità di far male agli avversari. Serve ancora del tempo, manca ancora qualcosa, mancano ancora dei giocatori che stanno recuperando. Moreno ha giocato per la prima volta da titolare, domani c’è Karsdorp. C’è chi assimila prima e chi più tardi, mi auguro che Rick Karsdorp assimili al più presto determinati concetti".
Su Fazio e Manolas:"Fazio potrebbe essere disponibile per domani, lo valuteremo nell’allenamento di oggi che è il test più importante per lui, ieri non ha lavorato col gruppo. Se oggi dovesse dare risposte positive sarà della partita. L’obiettivo di Manolas è il Chelsea, balliamo tra Chelsea e Fiorentina. Il percorso che sta facendo è ottimo. Siamo tutti ottimisti".
Su De Rossi e Gonalons insieme:"C’è stata l'idea col Napoli, poi ho fatto altre scelte. Oggi come oggi no, domani no, giocherà uno o l’altro.
Su Gerson e Under titolari:"Potrebbero, magari tutti e due insieme".