AZZARDA CHE TI PASSA, gli azzardi fantacalcistici del week-end a cura di F.V.

Ciao a tutti,

Eccoci finalmente ritornati con gli azzardi di giornata, la vostra rubrica preferita… O quasi 😉

Settimana scorsa abbiamo rispettato una tradizione… L’uomo copertina va sempre in goal! Parliamo di Ciro “ciruzzo” Immobile, per poi proseguire con i goal di Bonazzoli e Mancusu, quindi abbiate fiducia con il solito “culo strettissimo” LOL

Cominciamo forte, senza ciancie, perché a noi non piacciono. Questa frase ci fa letteralmente impazzire quindi la lasceremo sempre. “Sapevatelo 😉

Il primo della lista è “la musa” della serie a (anche se al Bologna sono due ), ci riferiamo a BARROW. L’abbiamo scelto perché è un “ex” bollente, e perché ha segnato al Bologna in sponda Atalantina. Impossibile quindi che non segni 😉

Come secondo, in questa edizione di “bomber edition”, si trova LONZANO. Quale occasione più ghiotta di giocar come prima punta senza l’asse Mertens/Milik. Una rara occasione per stupire Gattuso e prendere le redini dell’attacco. Proseguiamo con CUTRONE, che contro l’Inter chissà che non senta un po’ di reminiscenza milanista… Noi ci speriamo.

Il Lecce se la passa male dopo l’ultima beffa in trasferta, sarà il ritorno di LAPADULA a salvarla? Noi siamo sicuri che “un qualcosa” a Brescia combini. Dita incrociate e culo stretto, come piacere dire a noi, e schieratelo. In questa partita “se puede”. 😉

Come ultimo jolly ci giochiamo KEVIN LASAGNA. L’uomo in più di propulsione dell’Udinese. Rovineranno la festa scudetto della Juve? Ce lo auguriamo tutti, per lo spettacolo si intende. Noi vogliamo uno scudetto lottato sino all’ultima giornata. 🙂

Ricordatevi di farci come sempre più che un pensierino. Il tema dev’esser sempre “il provarci” perché se l’azzeccate diventate degli idoli della vostra lega. O anche dei luridi vermi 😉

Quindi pensateci seriamente perchè, come ben sapete, è dal 2018 che abbiamo azzeccato l’impossibile! Quindi continuate a seguirci e AZZARDATE! Come piace fare a noi.

Siete tantissimi e vi ringraziamo per questo.

——————

A cura di Francesco Vitulo  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *